Luino

Luino, Pierfrancesco Buchi (presidente Cri) è Cavaliere al merito della Repubblica

Pierfrancesco Buchi

Pierfrancesco Buchi

In data 2 giugno 2018 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con decreto presidenziale pubblicato il 7 agosto 2018 sulla Gazzetta Ufficiale n° 182, ha conferito l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana” al nostro Presidente Pierfrancesco Buchi per benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo del volontariato, della cultura, del sociale e in attività con fini umanitari.

L’importante, quanto prestigioso, riconoscimento è stato assegnato a chi guida da anni con passione, onestà e determinazione la nostra realtà volontaristica su gran parte del territorio delle Comunità Montane Valli del Verbano e del Piambello.

Importanti e significative iniziative sono state realizzate in 18 anni di impegno civico sia per la Città di Luino, in qualità di Assessore alla Cultura dal 2004 al 2010, sia per tutto il territorio in qualità di volontario della Croce Rossa Italiana dal 2001 ad oggi e Presidente del Comitato territoriale CRI dal 2013 ad oggi. Lo spirito umanitario e di servizio verso la Comunità ha guidato la sua opera, portandolo ad essere scelto per questa onorificenza tra pochi altri dalla Presidenza della Repubblica su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ne ha riconosciuto il valore, l’esperienza e le competenze.

Con i suoi 38 anni è uno tra i più giovani Cavalieri dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana” della provincia di Varese e d’Italia.

“Siamo orgogliosi di questo riconoscimento al nostro Presidente. È proprio infatti in Croce Rossa dove Pierfrancesco Buchi ha sviluppato un particolare impegno verso le vulnerabilità ed un’attenzione meticolosa al territorio nel suo insieme. La valorizzazione del volontariato e dei Principi umanitari, il trasmettere alle Amministrazioni locali indirizzi per politiche maggiormente pro-attive verso il sociale, l’accoglienza e l’inclusione sociale, la formazione del cittadino e la promozione delle buone pratiche per la salute, la sensibilizzazione sul come affrontare le emergenze e le calamità naturali, la solidarietà per le vulnerabilità e l’attenzione per gli indigenti, l’impegno per la cultura e per il coinvolgimento dei giovani nelle scuole sono i campi che lo hanno visto protagonista in 20 anni di impegno nella Comunità. Da quando si è diffusa la notizia del conferimento si sono moltiplicati i messaggi di congratulazione e gli attestati di stima da parte di cittadini,sindaci, associazioni, amministratori locali e vertici nazionali della CRI. È un forte segnale di condivisione della scelta del presidente Mattarella. Un territorio e una città unita a sostegno del nostro Presidente Buchi e degli uomini e delle donne della Croce Rossa di Luino. <commenta Elisabetta Farina, Vice Presidente della Croce Rossa di Luino>”.

“Colgo con estremo piacere e tanta soddisfazione questa bella notizia che rende merito a Pierfrancesco Buchi non solo per le sue doti umane, note a tutti, ma anche per il grandissimo impegno che ha dedicato alla crescita della nostra Associazione sul territorio. Bravo, bravo, bravo e complimenti da parte mia e del Consiglio Direttivo Regionale” è il commento di Antonio Arosio, Presidente della Croce Rossa Lombardia.

“È una grande emozione, ma soprattutto un grande onore essere stato nominato Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. Credo fortemente nella Patria e nell’impegno che ognuno di noi dovrebbe mettere in campo per migliorare il proprio contesto locale. Partecipare e contribuire alla crescita di nuove coscienze civiche e nuovi approcci sociali alle problematiche di tutti i giorni è stato sempre un mio obiettivo di vita.

Anche in considerazione della mia età, oggi la responsabilità, affidatami dal Presidente Mattarella, di essere ancora di più esempio e guida per gli altri, mi onora e mi da ancora di più consapevolezza di fronte alla mia Comunità”, commenta Pierfrancesco Buchi.

Continua Buchi: “Devo molto ai miei genitori e alla mia famiglia, mi sono mosso sempre nel solco del loro esempio, ma anche la Croce Rossa ha avuto un ruolo sicuramente importante per questa onorificenza: ho una grande squadra nel Comitato di Luino, senza di loro non riusciremmo ogni giorno a dare le giuste risposte alla politica locale e ai bisogni dei vulnerabili. Ai volontari di Luino e alla mia famiglia dedico l’attenzione che il Presidente della Repubblica e la Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno voluto dare alla mia storia personale con questo riconoscimento”.

 

18 agosto 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs