Macugnaga

Macugnaga, Addio a Giuseppe Oberto, grande guida “Walser” del Rosa

monterosaIl Monte Rosa è in lutto. E’ morto a 94 anni Giuseppe Oberto, storica guida “Walser” di Macugnaga, autore di imprese memorabili non solo sulle Alpi (17 scalate alla Dufour, 6 alla Nordend, 13 alla Cresta Signal).

Nel 1958 infatti con Riccardo Cassin, Walter Bonatti, Mauri e altri, conquistò la leggendaria vetta del Gasherbrum IV, uno degli 8 mila ancora inviolati.

Una montagna “proibita” che Edmund Hillary, vincitore con lo sherpa Tensing dell’Everest, definì “la più difficile ed elegante cresta dell’Himalaya”.

La spedizione, voluta da Bonatti aveva fra gli altri lo scopo di ridare onore al “partigiano” Cassin che Ardito Desio, di idee opposte, aveva escluso dalla spedizione del K 2 di cui era il capo, a favore del valtellinese, milite della Confinaria, Achille Compagnoni. Quell’episodio fu al centro di aspre polemiche.

Giuseppe Oberto ebbe un ruolo centrale nell’impresa nel Karakorum pachistano, talmente ardua, da essere ripetuta negli anni successivi, solo quattro volte per vie più facili. Fra i suoi “clienti” più noti, don Sisto Bighiani, parroco di Macugnaga e ex partigiano “garibaldino” della brigata “Nello” celebre per il suo motto “in ginocchio per pregare, in piedi per lottare”, il milanese Gilberto Carnevali, il pittore Ernesto Treccani degli Alfieri e il professor Luigi Zanzi che con Beba Schranz gli dedicò anni fa un libro. Oberto contava a Varese e provincia moltissimi amici.

Aveva perduto la moglie Clementina pochi mesi fa con cui aveva gestito lo storico negozio di articoli sportivi a Macugnaga-Staffa, ora mandato avanti dai figli Alessandro e Alberto. [F.G.]

7 agosto 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs