Varese

Varese, Lega e Forza Italia: no all’accorpamento del Tribunale fallimentare a Monza

Da sinistra Malnati, Puricelli, Bianchi e Versace

Da sinistra Malnati, Puricelli, Bianchi e Versace

L’ipotetico accorpamento tra il Tribunale Fallimentare di Varese e quello di Monza porterebbe non soltanto ad un calo della qualità del servizio, ma anche ad un impoverimento del nostro territorio. Il progetto, previsto nel piano di razionalizzazione del precedente Governo di centrosinistra, ci vede fortemente contrari. E lavoreremo in squadra a favore della nostra provincia per evitare che questo avvenga”.

I Deputati varesini Matteo Bianchi (Lega) e Giusy Versace (Forza Italia) hanno spiegato nella conferenza stampa di questa mattina, nella sede del Carroccio di piazza del Podestà a Varese, la loro intenzione di dare battagli contro l’accorpamenteo del Tribunale Fallimentare di Varese a quello di Monza, mettendosi a servizio del territorio da loro rappresentato.

“Quando il Governo prenderà in mano la questione, chiederemo ufficialmente la cancellazione di quanto previsto dal precedente esecutivo, per arrivare ad una soluzione che preservi la presenza del Tribunale Fallimentare qui a Varese. Il nostro obiettivo è quello di difendere la qualità dei servizi della nostra provincia e cercare di migliorarli. Per questo siamo stati eletti, per fare gli interessi di tutti i Cittadini del nostro territorio, cosa che continueremo a fare, anche e soprattutto correggendo, come in questo caso, gli errori di chi era al Governo prima di noi”, ha detto Bianchi.

“Come è successo, purtroppo spesso, nel caso dei Comuni – ha aggiunto Bianchi – a Roma scrivono le norme con obiettivi anche nobili, come una razionalizzazione, ma in concreto non si raggiunge lo scopo prefissato ed anzi si fanno danni enormi al territorio. Noi, come parlamentari, siamo la voce del territorio a Roma, e lavoreremo per fare gli interessi di Varese e di tutta la nostra provincia”.

“Sono felice del lavoro di squadra che possiamo portare avanti per fare il bene del territorio. Essendo io un’atleta, credo molto del gioco di squadra e questo ne è un chiaro esempio. L’idea è quella di fare pressione affinché gli accorpamenti, voluti dall’ex ministro, non vengano attuati, dal momento che creerebbero malfunzionamenti e disservizi ai nostri concittadini. Si tratterebbe infatti di una decisione insensata, perché se da un lato si parla sempre della necessità di velocizzare gli iter e di snellire le procedure, questo tipo di accorpamento andrebbe invece proprio nella direzione opposta, ovvero quella di appesantire quello che è il carico di lavoro di Monza, oltre alle problematiche che toccherebbero il nostro territorio”, ha sottolineato Giusy Versace.

Alla conferenza erano presenti anche Roberto Puricelli, in rappresentanza del Coordimento cittadino di Forza Italia, e William Malnati della Lega.

 

20 luglio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs