Varese

Varese, Le farfalle-angeli della Bassani disegnano l’orizzonte all’Orto d’Arte

I partecipanti al taglio del nastro all'Orto d'Arte

I partecipanti al taglio del nastro all’Orto d’Arte

Ancora una installazione all’Orto d’Arte, promossa fino al 2 settembre dall’Associazione culturale Parentesi, con il contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto, e con l’ospitalità della Edil3 Immobiliare.

Questa mattina, nello spazio di via Bagaini a Varese, è stato inaugurata l’originale opera di Giugi Bassani “Orizzonte” alla presenza di numerosi partecipanti. A rappresentare l’Amministrazione comunale di Varese, il vicesindaco Daniele Zanzi, insieme ad artisti come Silvio Monti e ed Elda Clerici, la presidente dell’Associazione Parentesi, Veronique Perrard-Monzini, e il gallerista Alberto Lavit, amanti della cultura e dell’arte come Pino Terziroli e Vice Patrini. A realizzare un video era impegnato il filmaker Renzo Carnio.

Farfalle-angeli azzurro-blu a segnare un confine oltre il quale si apre l’orizzonte. Un’installazione che è stata realizzata dall’artista con studio a Maccagno grazie alla lavorazione di 3500 bottiglie di plastica, che sono state lavate, tagliate e assemblate con un filo di ferro. “Un filo che rappresenta un po’ la vita che unisce i giorni tra loro”, spiega la Bassani. Risultato: una ghirlanda festosa e colorata lunga 35 metri, che attira gli sguardi e li rinvia all’oltre.

Diversi gli interventi. Dopo le parole introduttive di Alberto Lavit, che ha rimarcato come l’esperienza dell’arte in pubblico continua e viene apprezzata in città, ha preso la parola Daniele Zanzi: “Uno spazio dimenticato come questo è rinato grazie all’arte – ha detto il vicesindaco -. Ora è venuto il momento di renderlo ancora più bello con un prato fiorito, uno spazio dedicato alla biodiversità”.

E’ intervenuta l’artista che ha ricordato: “Mi piace vivere il mio tempo e dunque utilizzare nel mio lavoro materiali nuovi. In questo modo mi sono servita di queste farfalle angeli per disegnare l’orizzonte, una linea divisoria tra cielo e terra, tra anima e corpo”.

Infine la presidente dell’associazione Parentesi ha concluso augurando a tutti i varesini che questo orizzonte aperto al futuro possa “dare un respiro di speranza”.

 

 

30 giugno 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs