Besozzo

Besozzo, Al via la sesta edizione della 600 Miglia, venti equipaggi in pista

sesta edizioneTutto pronto per la partenza della sesta edizione della 600 Miglia, il tour a bordo di Fiat 600 storiche organizzato dal 1° Club nazionale Fiat 600 di Besozzo, che vedrà ai nastri di partenza una ventina di equipaggi, pronti a compiere l’impresa di percorrere 960 chilometri, corrispondenti a 600 miglia, a bordo di Fiat 600 immatricolate tra gli anni 50 e 60.

Quest’anno, la manifestazione attraverserà tre regioni italiane: Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige. Il via della 600 Miglia 2018, in programma nella mattinata di giovedì 28 giugno, avrà luogo a Vergiate, sede di una grande eccellenza italiana come la Siai Marchetti, azienda produttrice di aerei. Le altre tappe della prima giornata saranno a Mandello del Lario, dove ha sede la Moto Guzzi e nel pomeriggio a Sondrio con arrivo in serata al Passo dell’Aprica. Il secondo giorno è previsto “il gran premio della montagna” per le 600 storiche, che affronteranno la salita di Edolo, Ponte di Legno e Passo del Tonale. Sosta pranzo prevista a Madonna di Campiglio, mentre cena e pernottamento avranno luogo a Breguzzo. Sabato 30 giugno, tappa a Valle di Ledro, in provincia di Trento; una località molto legata alla provincia di Varese.

Da questa località, molti giovani negli anni 70 si sono trasferiti a Cassinetta di Biandronno per lavorare all’allora Ignis di Giovanni Borghi, alloggiando al convitto Paolo VI. La carovana delle 600 transiterà attraverso i centri più importanti del lago di Garda con arrivo a Pozzolengo, dove avrà luogo il pernottamento. Domenica 1° luglio sprint finale, con sosta al Santuario di Caravaggio e poi via verso Besozzo, dove l’arrivo è previsto per le 17 sul piazzale della stazione dove ha sede il Club di Besozzo, dove avranno luogo le premiazioni e un momento di festa con Pro Loco e amministrazione comunale.

“Siamo orgogliosi di portare in giro per l’Italia, da ben sei anni, la nostra passione per le auto d’epoca e in particolare per la Fiat 600 – commenta Salvatore Torre, presidente del 1° Club nazionale Fiat 600 – con questa edizione andiamo a completare il percorso di tutto il Centro Nord Italia>>. In questi sei anni, la 600 Miglia è passata da Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Toscana”.

La manifestazione in questi anni ha toccato luoghi significativi per la storia d’Italia come ad esempio Marzabotto, Brescello, la Diga del Vajont, senza dimenticare Portacomaro d’Asti, con l’incontro con i cugini di Papa Francesco. <<La 600 Miglia non è una gita fuori porta ma un viaggio nella storia d’Italia, a bordo di un’auto che ha fatto la storia d’Italia>> conclude Torre.

26 giugno 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs