Casalpusterlengo

Casalpusterlengo, Al festival Muzak la mostra del varesino Sandro Sardella

Sandro Sardella

Sandro Sardella (Foto esclusiva per Varese Report)

Torna in scena a Casalpusterlengo il Muzak, festival culturale giovanile, per ricordare la figura di Claudio Galuzzi, scomparso prematuramente nel 1998. Muzak era infatti il nome del negozio di dischi che Claudio aveva aperto negli anni Ottanta e che via via era diventato il centro della sua attività artistica e culturale.

Galuzzi, poeta e scrittore, è nato a Casalpusterlengo nel 1957. Ha cominciato con la poesia e la musica, con sconfinamenti nell’arte.

In campo poetico ha pubblicato la raccolta La pianura dentro (TraccEdizioni), di cui è uscita nel 1997 una traduzione negli Stati Uniti a cura di Jack Hirschman (Deliriodendron Press).

È stato redattore delle riviste di letteratura Abiti-Lavoro, Lo Spartivento, I Quaderni dello Spartivento, e tra gli animatori del “foglio quindicinale” di poesia Dispacci.

In campo musicale ha collaborato a Rockrilla e, dalla sua nascita, per il mensile Rumore. Ha partecipato come autore di testi al progetto musicale La Crus, con cui ha realizzato tre dischi ed ha collaborato con il gruppo Lilith.

Nel 1995 ha messo in “mostra” le sue poesie con la complicità delle tele di Sandro Sardella, lavoro sfociato nel libro d’arte tirato in 24 esemplari Canzone della vita o della precarietà (Edizioni PulcinoElefante).

Nel 1996 è stato chiamato a dirigere il bimestrale Pulp, letterature di fine millennio, di cui è stato uno degli ispiratori.

L’appuntamento, proprio per ricordare il ventennale della scomparsa di Galuzzi, è in programma per sabato 9 giugno con due momenti distinti: alla Biblioteca Carlo Cattaneo di piazzetta Pusterla dalle 16 alle 18 e in piazza del Popolo dalle 18 alle 24 con gli “Amici” di Claudio in una non-stop di “Musica e parole”.

In Biblioteca gli incontri tematici sono diversi. Franco Albertini e Giacomo Bassi raccontano la realizzazione dello storico murales della Resistenza sulla facciata dell’ex magazzino comunale di piazzetta Pusterla, ora sede della Biblioteca. Lo scrittore e direttore del settimanale parrocchiale casalese La Fiaccola, Gianluigi Sommariva, presenta il romanzo postumo di Claudio Galuzzi L’isola del disordine.

L’artista e critico d’arte Ermanno Peviani inaugura la mostra di Sandro Sardella. Infine i nipoti di Claudio, Silvia e Isacco, sveleranno la targa, nello spazio multimediale della Biblioteca, a lui dedicato.

6 giugno 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs