Cultura

Cultura, Corto varesino ispirato a Chiara, ciak a Villa Mirabello e in Corso

Da sinistra Pari, Di Siero, Pennacchio e Carnio

Da sinistra Pari, Di Siero, Pennacchio e Carnio

Ieri primo ciak per un corto con una figura di scrittore che ricorda il grande scrittore di Luino, Piero Chiara. Un corto, ancora senza titolo, che sta realizzando il filmaker varesino Renzo Carnio, che all’attivo ha già diversi lavori dedicati a poeti ed artisti varesini. Ma questa volta cinque minuti di video saranno ispirati alla figura di Chiara, con interpreti e suggestive location varesine doc.

Non è la prima volta che il filmaker affronta un autore varesini di successo. Di lui ricordiamo un video con una chiacchierata, presentata allo Spazio Lavit, tra Primavera, figlia della scrittrice Liala, e la giornalista Carla Tocchetti. Questa però è la volta di una mini-fiction, che vede come interpreti lo scrittore e tanguero Sergio Di Siero (nei panni di uno scrittore che evoca l’autore luinese) che si è presentato alle riprese in un impeccabile abito bianco, e due brave e belle protagoniste femminili, l’attrice Clarissa Pari e la poetessa e organizzatrice di eventi culturali Sara Pennacchio.

Ieri pomeriggio le prime riprese nei pressi di Villa Mirabello, ai Giardini Estensi. In vista riprese all’interno della Villa, dove viene conservato un ricco archivio di cose e scritti appartenuti a Chiara, e poi alla Pasticceria Ghezzi, in Corso Matteotti.

Il tutto per raccontare una vicenda fantastica, in cui un vecchio scrittore fa da mentore ad una giovane donna che si interroga sulla sua vita, sul senso della vita, aiutata in questo da un’altra donna misteriosa. Una storia di fantasia che soprattutto ci consente di ammirare, ancora una volta, angoli e scorci della nostra bellissima città giardino.

 

 

 

3 giugno 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs