Varese

Varese, Nature Urbane, Marcello (Destra Italiana): dopo Zanzi, che dice il sindaco?

Lella Costa a Nature Urbane

Lella Costa a Nature Urbane

Apprendiamo da notizie di stampa che la Giunta del Comune di Varese si “spacca” sulla delibera per la seconda edizione di “Nature urbane”. Il vice Sindaco Zanzi rilascia a cuor leggero dichiarazioni di fuoco sulla gestione e peso politico nella stessa maggioranza del Movimento Varese 2.0

“La Giunta”, a questo punto definirla tale è un controsenso, lavora su delibere  e programmi non coinvolgendo lo stesso vice Sindaco e addirittura segretamente.
Non entriamo nel merito delle delibere e sulla primogenitura del programma ma riteniamo politicamente grave quanto denunciato pubblicamente da Zanzi che dovrebbe prendere atto della sua marginalità e trarre le dovute conseguenze.
Da tempo i maldipancia dei cittadini e della stessa maggioranza sono noti ma si persevera nella gestione deficitaria e da oggi incontestabile per denuncia degli stessi protagonisti di questa Amministrazione, pur di mantenere saldo un potere avuto e mantenuto con la “koloutomba” del Partito Democratico dopo le elezioni amministrative.
Varese che doveva “respirare aria nuova” con l’alternanza politica, si ritrova a percorrere vecchie logiche restando dopo un biennio non al punto di partenza ma in arretramento con la sola politica dei grandi annunci.
Aspettiamo gli sviluppi sui chiarimenti richiesti e l’intervento del Sindaco, chiamato in causa sulla gestione commissariale della Giunta e auspicando dagli esclusi dalla gestione amministrativa iniziative politiche conseguenti per dare ai cittadini la possibilità di pronunciarsi.
Francesco Marcello Presidente Circolo Destra Italiana

 

1 giugno 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs