Regione

Regione, Anche Varese partecipa alla Giornata nazionale delle Pro Loco

varese (1)Rievocazioni storiche, riscoperta di antichi mestieri e tradizioni, degustazioni di prodotti tipici, visite guidate a palazzi nobiliari, borghi, centro storici e castelli, passeggiate naturalistiche ed archeologiche: la prima edizione della “GIORNATA NAZIONALE DELLE PRO LOCO D’ITALIA” fa subito centro con oltre 300 eventi in programma il 3 giugno e una lista di partecipanti in costante aumento.

Si tratta di una festa diffusa, quella che coinvolge tutta la penisola con i suoi tantissimi volontari delle Pro Loco impegnati nelle numerose attività e iniziative organizzate per la giornata. “E’ un giorno speciale per le Pro Loco. Per la prima volta nella storia delle nostre associazioni festeggeranno il quotidiano impegno per la promozione e valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale dell’Italia. Un’azione svolta con entusiasmo e passione: il 3 giugno puntiamo a far rivivere a tutta l’Italia lo spirito della Pro Loco”.

Così Antonino La Spina, presidente dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, descrive l’evento che animerà con passione tutta Italia, proseguendo la costante missione delle Pro Loco declinata nella valorizzazione dei prodotti tipici e delle bellezze paesaggistiche, nell’organizzazione di manifestazioni in ambito turistico culturale, storico, ambientale, gastronomico e nella ricerca e nella salvaguardia delle tradizioni e delle lingue locali. E la prima grande festa diffusa arriva proprio nel 2018, “Anno europeo del patrimonio culturale” poiché contribuisce a promuovere il ruolo del patrimonio culturale dell’Europa quale componente essenziale della diversità culturale e del dialogo interculturale.

La Giornata Nazionale delle Pro Loco d’Italia, promossa da Mibact, mira anche ad intercettare un pubblico sempre più ampio e diversificato attraverso azioni di inclusione e integrazione sociale. Da Nord a Sud, tanti sono gli eventi che toccano temi cari alle Pro Loco e, tra questi, non poteva mancare la vivace rappresentanza della Lombardia con alcune delle sue “sentinelle” territoriali che, per l’occasione, daranno vita a una serie di proposte volte a rappresentare e valorizzare il ricco patrimonio della regione.

A partire dalla scoperta dei paesaggi e della loro natura a Malonno (BS) con l’organizzazione di una giornata aperta a tutti lungo la Ciclovia del fiume Oglio, o a Montevecchia (LC) e Merate (LC) con l’escursione “Camminando con le Pro Loco tra saperi e sapori della Brianza” o ancora a Cavriana (MN) con la “Passeggiata in bicicletta sulle colline per gustare luoghi e prodotti del territorio”. Paesaggi, luoghi, culture e storia sono grande oggetto di scoperta nelle iniziative culturali organizzate a Monterone (LC) con la mostra fotografica “La civiltà dei Bergamini” e la presentazione dell’omonimo libro, a Cassano d’Adda (MI) con la visita al suggestivo Castello Visconteo, a Lomello (PV) con l’apertura dei cortili delle dimore storiche attorno al complesso di Santa Maria Maggiore e le visite guidate al borgo antico, a Solza (BG) con la visita al Castello di Bartolomeo Colleoni e a Martinengo (BG) con un’intera giornata dedicata alla scoperta dei castelli, palazzi e borghi medievali della media pianura lombarda e, in particolare, di Martinengo. Tanti anche gli appuntamenti dedicati alla cultura sacra e alle tradizioni come succede a Esine (BS) con il percorso da Santa Maria alla Santissima Trinità con visita alla chiesetta o a Limbiate (MI) con la rievocazione storica del matrimonio delle sorelle di Napoleone Elisa e Paolina realmente avvenuto nell’oratorio di San Francesco a Mombello (MB). In tutto questo non mancheranno momenti di degustazione e di scoperta di prodotti tipici locali, come ad Albavilla (CO) con la sagra del Carpione e a Varese presso il Minigolf dove una degustazione di prodotti tipici del Sacro Monte di Varese, consentirà di conoscere il territorio. Inoltre saranno organizzati eventi musicali ad hoc, apertura delle sedi delle Pro Loco e promozione delle iniziative, incontri con i volontari e visite guidate sul territorio a Ceriano Laghetto (MB), Borgo san Siro (PV), Tromello (PV) e a Rivolta d’Adda (CR).

Insomma, un mix di conoscenze e scoperte che si rivolgono al grande pubblico con la passione e l’amore per i propri luoghi che le Pro Loco mostrano ogni giorno nel loro lavoro, come dichiara Pietro Segalini, presidente del Comitato Regionale UNPLI Lombardia: “Nel loro costante impegno le Pro Loco si distinguono per un punto di vista e una sensibilità del tutto specifici che nascono dal radicamento, dall’esperienza dei luoghi, dal dialogo con le persone e dalla conoscenza diretta e capillare delle realtà locali. Le Pro Loco proteggono e raccontano aspetti delle identità, delle culture, delle storie, delle tradizioni, dei valori locali che altri soggetti che perseguono finalità simili spesso nemmeno conoscono: non solo il patrimonio culturale, i prodotti, le risorse ma i paesaggi, le atmosfere, le vicende, i ricordi, i nomi e i linguaggi, i saperi e i saper fare, le consuetudini, le credenze, i personaggi e tutto ciò che trasforma un semplice “posto” in un “luogo” vissuto e amato”. E in tutto questo, la cultura enogastronomica con le sue tradizioni, i prodotti tipici e le cucine locali è un elemento fondamentale di questo patrimonio immateriale in continua evoluzione, un grande fattore di identità per le comunità alle quali appartiene, che non mancherà di accogliere in modo autentico il pubblico di domenica 3 giugno.

Di seguito l’elenco delle Pro Loco lombarde che partecipano alla Giornata delle Pro Loco italiane: Martinengo (BG), Solza (BG), Esine (BS), Malonno (BS) , Albavilla (CO), Rivolta d’Adda (CR), Merate (LC), Montevecchia (LC), Morterone (LC), Cavriana (MN), Cassano d’Adda (MI), Ceriano Laghetto (MB), Limbiate (MB), Borgo San Siro (PV), Lomello (PV), Tromello (PV), Varese (VA)

Per info: lombardia@unpli.info www.unioneproloco.it/unpli/

 

1 giugno 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs