Varese

Politica, Varese 2.0, sopralluogo a Villa Mirabello. Stop a farfalle di Tamagno

La delegazione nelle sale che ospiteranno la collezione Guttuso

La delegazione nelle sale che ospiteranno la collezione Guttuso

Sopralluogo nel pomeriggio di ieri a Villa Mirabello, sede dei Civici Musei, da parte di una delegazione di Varese 2.0 per verificarne le criticità. Ne facevano parte il vicesindaco Daniele Zanzi, il consigliere comunale Elena Baratelli, Chicco Colombo e l’architetto Angelo Del Corso.

Un’iniziativa che si colloca in un momento di fibrillazioni in giunta, con un contrasto tra il vicesindaco Zanzi e l’assessore alla Cultura Cecchi relativamente al Festival Nature Urbane, alla sua gestione, ai suoi contenuti – un dissidio che ha portato Zanzi ad esprimere un voto negativo nella riunione di giunta che ha acceso il semaforo verde per la seconda edizione della kermesse culturale in programma per fine settembre.

Come è stato spiegato dagli organizzatori dell’iniziativa, “essa fa parte dell’azione di partecipazione e responsabilità civica del gruppo civico, che porterà periodicamente gli attivisti nei luoghi varesini oggetto di dibattito e discussione per poter esprimere in consiglio e in giunta un voto responsabile e documentato”.

Tra le prossime location toccate dall’itinerario dei Varese 2.0 ci saranno il Castello di Masnago, Villa Toeplitz e la Scuola Canziani.

Ad accompagnare la delegazione e i rappresentanti dei media locali il direttore dei Civici Musei, Daniele Cassinelli.

Tra i temi toccati nel corso dell’incontro, il trasferimento del Centro di Studi Preistorici e Archeologici di Varese in altro luogo (pare nell’attuale sede di Varese Corsi, vicina a Villa Mirabello) per lasciare spazio alla collezione di opere di Renato Guttuso in arrivo a Villa Mirabello.

Rimarcato dal vicesindaco Zanzi l’alta percentuale degli ingressi gratuiti a Villa Mirabello (il 70%). Opportuna poi la domanda di Zanzi circa la famosa collezione di farfalle appartenuta a Tamagno, che qualche anno fa era visibile, in una teca, a Villa Mirabello, poi ritirata e conservata in loco. Una domanda a cui ha risposto il direttore Cassinelli, che ha dichiarato che, per ragioni conservative, e in base ad un parere espresso da esperti, la collezione non si potrà più esporre. Altrimenti sarebbe danneggiata.

 

27 maggio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Politica, Varese 2.0, sopralluogo a Villa Mirabello. Stop a farfalle di Tamagno

  1. Silvia Franceschi il 31 maggio 2018, ore 14:08

    Ma quindi Varesecorsi si sposta?

Rispondi

 
 
kaiser jobs