Varese

Varese, Ritorna Capolago in Festa, apertura sabato 26 maggio

Una tavolata in strada

Una tavolata in strada

Ritorna Capolago in Festa, l’evento di due giorni che anima il rione di Varese. Ormai è diventata una tradizione e come sempre i protagonisti sono loro: i bambini e le bambine della scuola Primaria Francesco Baracca e della scuola dell’infanzia Lovera.

Promotori di questa settima edizione sono, come sempre, le cinque associazioni del quartiere: l’Associazione Genitori, la Parrocchia SS. Trinità, la Banda Giuseppe Verdi, il gruppo Alpini Alfonso Rodili e la Società cooperativa di consumo tra operai e contadini. La manifestazione, che si svolge sabato 26 e domenica 27 maggio, si svolgerà nell’oratorio di via del Gaggio 2.

L’apertura della kermesse è fissata per sabato 26 maggio: alle 9.30 – all’oratorio di via del Gaggio – inizia il momento musicale curato dalla banda di Capolago insieme alle maestre e ai maestri della scuola. Il mini concerto è l’atto conclusivo dei bambini che salutano l’anno scolastico a suon di note. Al termine gli Alpini aprono lo stand gastronomico: il consueto pranzo alpino è disponibile per tutti i partecipanti. Al pomeriggio l’associazione genitori ha organizzato una caccia al tesoro per grandi e piccini nelle vie del rione mentre alle ore 17 l’associazione Tilt propone un saggio di chitarra. «La cena, invece, sarà a sorpresa – spiegano gli organizzatori –, vogliamo stupire i nostri ospiti: al menù alpino aggiungeremo qualche piatto speciale». In serata sarà possibile vedere la finale di Champions League sul maxischermo passando una serata in compagnia.

Il giorno seguente la tradizione sarà protagonista: dopo la celebrazione delle prime comunioni, alle 10.30, ci sarà il consueto rancio alpino. Al pomeriggio l’associazione Scacchisti Azzatesi propone l’iniziativa Scacco Matto: un torneo di scacchi aperto a tutti, dai giovani agli anziani. Nel pomeriggio la Parrocchia e la Banda saranno impegnate della processione sacra in occasione della SS. Trinità, con partenza dal piazzale della chiesa e sfilata per le vie del rione. Al termine ritorna la risottata per le vie del rione: l’evento lanciato nel 2015 è realizzato nuovamente a seguito dell’ottimo successo avuto nel corso degli anni.

«Riproponiamo questa idea perché siamo convinti che la socializzazione sia un valore – spiegano gli organizzatori –. Vedere le strade del paese con i tavoli pieni di cittadini fa sempre piacere e mette allegria». Per chiudere in bellezza non poteva mancare ancora un po’ di musica: il coro Gospel Lab, dell’accademia Solevoci, propone un concerto gospel che illuminerà la serata con vibrazioni emozionanti. «Siamo convinti – concludono gli organizzatori – che queste occasioni di festa siano degli importanti momenti per riscoprire la comunità e trasmette l’allegria a quelle persone che vivono sole o sono in difficoltà».

22 maggio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs