Varese

Cultura, Varese Estense Festival, nove giorni di musica, teatro e libri

20180522_120704Presentato questa mattina il Varese Estense Festival, il primo festival varesino di opera, teatro e musica che si svolgerà ai Giardini Estensi. A presentare il  progetto questa mattina sono stati i fondatori di Red Carpet Teatro e Giorni Dispari Teatro Serena Nardi, Sarah Collu e Vittorio Bizzi, assieme al sindaco Davide Galimberti e l’assessore Roberto Cecchi.

Dopo quasi un secolo il Varese Estense Festival riporta a Varese la produzione dell’opera lirica mettendo in scena, fra i molti appuntamenti previsti per i nove giorni,  Suor Angelica di G. Puccini; una produzione Red Carpet Teatro interamente varesina realizzata in occasione del centenario del debutto dell’opera. In sala a presentare il programma del festival assieme ai direttori artistici anche la soprano protagonista Marta Mari e il direttore d’orchestra Riccardo Bianchi.

Ma Varese Estense Festival sarà anche presentazioni di libri e opere, musica e teatro. Fra le tante collaborazioni ospiterà Quirino Principe, il musicologo Paolo Zoppi, Davide Ielmini, Antonio Zanoletti in scena in Antigone e presente alla conferenza, e due cori varesini.

Gli spettacoli sono prodotti a Varese con un grande apporto di giovani talenti del nostro territorio. Dunque, grazie a Varese Estense Festival l’opera, la musica e il teatro tornano protagonisti nello splendido scenario dei  Giardini Estensi di Varese.

“Nove giorni di grandi appuntamenti – ha spiegato Roberto Cecchi, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Varese – che spaziano dal genere operistico, assoluta novità per la città di Varese, a quello musicale e teatrale, che saranno programmati secondo una poetica di promozione e valorizzazione del luogo simbolo della città: i Giardini Estensi. Varese Estense Festival ha tutte le premesse per divenire uno degli appuntamenti più attesi dell’estate varesina: un’incantevole sede scenica naturale, una proposta artistica di livello che coinvolge importanti produzioni delle principali arti performative, una nuova possibilità di fruizione culturale per la città”.

 

22 maggio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs