Varese

Varese, Oltre i limiti, raduno per atleti sordi con tre Nazionali italiane

Un momento della presentazizone dell'evento. Da sinistra Donzelli, l'assessore Molinari e Cattaneo

Un momento della presentazizone dell’evento. Da sinistra Donzelli, l’assessore Molinari e Cattaneo

Volare Oltre i Limiti” è  il raduno sportivo che si svolgerà il 18, 19 e 20 maggio 2018, organizzato dal Pio Istituto dei Sordi in partenariato con il Comune di Varese.

Alla manifestazione parteciperanno tre squadre Nazionali Italiane Sorde: quella di Pallavolo femminile, quella di Pallacanestro maschile e quella di Pallacanestro femminile, squadre affiliate alla Federazione Sportiva Sorda Italiana (F.S.S.I.) che patrocina l’evento. La squadra di pallavolo femminile ha vinto recentemente la medaglia d’argento a Samsun in Turchia nel luglio scorso.

Nell’iniziativa sono coinvolte in termini organizzativi le realtà associative del mondo della disabilità uditiva varesina e nello specifico l’Associazione Sportiva Dilettantistica dell’E.N.S. (Ente Nazionale Sordi) di Varese e l’A.G.U.A.V. (Associazione Genitori e Utenti Audiovestibologia Varese). Al lancio del raduno era presente la presidente Aguav, Eleonora Teri.
Un’occasione per trovare nella competizione sportiva la possibilità di integrare e superare le barriere del pregiudizio, un appuntamento su cui si è soffermato l’assessore comunale ai Servizi sociali, Roberto Molinari. “Questa iniziativa – ha dichiarato Molinari – è una grande opportunità per Varese per dimostrare la nostra capacità di accoglienza. Come già fatto anche qualche giorno fa in occasione degli Special Olympics. Una città quindi che attraverso lo sport è capace di aprirsi, includere e valorizzare differenze e capacità”. Presente al lancio del raduno anche un altro rappresentante di un’amministrazione comunale, il sindaco di Maccagno Fabio Passera.

“Con questa iniziativa – è intervenuto Daniele Donzelli, presidente del Pio Istituto dei Sordi di Milano – diamo visibilità a queste persone con gravi difficoltà uditive. Soltanto il 50% dei sordi può essere impiantato, perchè ancora molto si ignora su questa disabilità”.

Al direttore dell’Istituto milanese, Stefano Cattaneo, il compito di indicare il legame dell’Istituto con Varese: “L’Istituto possedeva una sede a Vedano Olona, ora RSA San Giacomo, che in passato aveva il ruolo di avviare al lavoro le ragazze sorde. Non solo: al Monte San Martino avevamo un luogo in cui le ragazze sorde trascorrevano l’estate. Luoghi che testimoniano la presenza e le iniziative in favore dei sordi su questo territorio”.

Durante la manifestazione sarà possibile anche visitare, presso il porticato di Palazzo Estense la Mostra fotografica del fotografo con disabilità uditiva sig. Giacomo Albertini che esporrà 20 fotografie riguardanti il tema della sordità. I soggetti ritratti nelle foto sono persone sorde, sia segnanti (cioè che utilizzano la Lingua italiana dei Segni), sia persone con protesi acustiche e/o impianto cocleare. Questa Mostra è già stata esposta in altri contesti a Milano.

Nella serata di sabato 19 maggio alle ore 21,00 presso la Sala Pigionatti (piano terra) del Centro Congressi “De Filippi” in via Brambilla 15 si svolgerà l’incontro pubblico “Insieme… Oltre i limiti, per una effettiva inclusione”. Nell’incontro si parlerà di inclusione delle persone sorde e sarà coordinato dai giornalisti Claudio Arrigoni e Roberto Bof. Ci saranno alcuni invitati, tra cui due esponenti di una società sportiva che organizza soggiorni estivi per bambini e ragazzi udenti e con disabilità uditiva, la dott.ssa Eliana Cristofari, Responsabile del Centro di Audiovestibologia dell’Asst Sette Laghi, alcuni esponenti della Nazionale di Pallavolo Trapiantati e Dializzati ed altri ospiti del mondo dello sport (atleti paralimpici).

 

14 maggio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs