Varese

Varese, Provincia punta sulle ciclopedonali, amministratori a convegno

La presentazione del progetto a Villa Recalcati

La presentazione del progetto a Villa Recalcati

E’ stato presentato questa mattina a Villa Recalcati il convegno sulla “Mobilità ciclistica in provincia di Varese“, che si terrà nella sala convegni il prossimo 16 maggio dalle alle 9 alle 13 e al quale parteciperanno oltre al Presidente della Provincia Gunnar Vincenzi e al Vicepresidente che ha seguito l’intera partita Marco Magrini, anche l’Assessore regionale all’Ambiente Raffaele Cattaneo, il Sindaco di Varese Davide Galimberti, il Presidente di Camera di Commercio Fabio Lunghi e il Presidente Fiab Giulietta Pagliaccio.

Alla presentazione dell’appuntamento c’erano il Vicepresidente della Provincia Marco Magrini, i rappresentati della Fiab che hanno collaborato all’organizzazione del convegno e Gianni Spartà, giornalista, ciclista e sostenitore dello sviluppo della rete ciclopedonale.

«Questo convegno sulla mobilità dolce nella nostra provincia – ha spiegato Magrini in sede di conferenza stampa – sarà un momento molto importante sia per fare il punto della situazione delle strutture esistenti, sia per tracciare un quadro del lavoro svolto dalla Provincia in questi anni, sia per raccogliere spunti, suggerimenti e riflessioni. Lo sviluppo della rete delle ciclopedonali è uno dei temi sul quale in questi anni abbiamo lavorato molto.

Vorrei, infatti, a tal proposito ringraziare tutti gli uffici di Villa Recalcati per quanto fatto a livello di coordinamento e progettazione. La Provincia ha stipulato per incentivare lo sviluppo delle infrastrutture dedicate alla mobilità dolce una serie di convenzioni e accordi, che hanno coinvolto anche la Comunità Montana del Piambello e il Comune Varese per la ciclabile della Valganna, che si collegherà al centro del capoluogo e alle stazioni; abbiamo concluso un protocollo con i comuni lungo il tratto che dovrebbe essere realizzato da Sesto a Laveno.

E ora il mio desiderio è di riuscire ad aprire un dialogo con la Comunità montana Valli del Verbano, per concludere il protocollo inerente il collegamento tra la pista del lago di Varese e il lago Maggiore, passando da Gavirate e dai comuni che fanno riferimento a quest’area geografica.

Riuscire in futuro a realizzare tutti questi tracciati significa dare certamente un impulso al turismo, ma anche offrire strutture importanti ai cittadini e che potranno essere utilizzati per gli spostamenti quotidiani. A questa progettualità complessiva e che ha un’ampia visione territoriale, infatti, ci sono i temi del turismo e della promozione del territorio, ma anche quelli della mobilità quotidiana delle persone con un mezzo ecologico come la bicicletta».

12 maggio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs