Varese

Varese, Incidente in viale Ippodromo, Schena: occorre più prevenzione

ambulanza-soccorsi-118-incidenteIncidente questa mattina in viale Ippodromo a Varese. Sono state coinvolte due studentesse di 11 anni, investite da un veicolo e soccorse poi dall’ambulanza e dall’auto medica dell’Areu. A tale proposito riceviamo e pubblichiamo la lettera di Donatella Schena, presidente Associazione genitori Pascoli Varese, che si sofferma sulla vicenda e rimette al centro dell’attenzione la prevenzione:  

“Questa mattina, come ogni mercoledì, noi genitori della Scuola primaria Pascoli ci siamo radunati davanti al parcheggio dell’ippodromo con i nostri bambini allegri e festosi  per il consueto Pedibus. Poi un rumore, un botto, mi volto e con  lo sguardo vedo a terra, poco più avanti delle strisce pedonali, un corpicino che non si muove; mi precipito di corsa, mi chino su di lei e le scosto i capelli dal volto, la  riconosco è la piccola Giulia, una bambina di prima media della scuola Pellico; le accarezzo il volto, la chiamo, lei risponde ed io riprendo a respirare. Poco più avanti in piedi la sua amichetta Sofia pietrificata di paura,  penso ai suoi genitori, li chiamo subito,  facendo appello a tutta la poca calma che riesco a gestire per non spaventarli. Ovviamente e inevitabilmente mi immedesimo nella situazione e la vivo come fosse mia, come del resto tutti i genitori che hanno assistito alla scena e hanno visto il corpo del loro figlioletto li per terra.
Le bambine fortunatamente stanno abbastanza bene fisicamente, ma la ferita della paura non si sa quanto sia profonda,  nelle piccole e nei genitori, e così un mercoledì normalissimo poteva trasformarsi  in un mercoledì tragico per la vita di qualcuno.
A questo punto le domande che  si affollano nella  mia testa sono tantissime: le strade potrebbero essere rese più sicure? Possiamo fare leva sui ragazzi per sensibilizzarli maggiormente alla consapevolezza dei pericoli della strada? Quando è il momento giusto per lasciali attraversare una strada da soli?
I cittadini hanno bisogno di maggiori tutele; faccio appello al nostro sindaco affinché prenda a cuore la situazione sicurezza delle strade, affinché per l’ennesima volta non si aspetti la tragedia annunciata per trovare un rimedio. I genitori, i nonni, i bambini e i cittadini della città chiedono solo una cosa: PREVENZIONE”.
Donatella Schena
Presidente Associazione genitori Pascoli Varese

9 maggio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, Incidente in viale Ippodromo, Schena: occorre più prevenzione

  1. Francesco Codecasa il 9 maggio 2018, ore 22:41

    Mi sembra che questo Sindaco abbia già fatto molto per la sicurezza sulle strade. Quando vedo però che alcuni delinquenti imbrattano o danneggiano i veloOk penso che questi siano dalla parte di chi investe i bambini.

  2. R. Gervasini il 10 maggio 2018, ore 10:23

    La colpa è sempre del Sindaco, come ha evidenziato la presa di posizione di esponenti dell’opposizione. Poi leggo qui:
    “A questo punto le domande che si affollano nella mia testa sono tantissime: le strade potrebbero essere rese più sicure? Possiamo fare leva sui ragazzi per sensibilizzarli maggiormente alla consapevolezza dei pericoli della strada? Quando è il momento giusto per lasciali attraversare una strada da soli?”
    Si saranno affollate nella testa tante domande ma quella piu’ importante che riguarda chi guida e sfreccia ed investe sulle strisce pedonali, ben evidenti, in orari di ingresso, presso edifici scolastici è meritevole di medaglia? Manco citato. Facciamoci l’unica domanda seria: quanti irresponsabili circolano alla guida di motociclette ed auto? Villani, ignoranti, prepotenti, complessati. Il problema è se le strade son sicure. Le strade sono sicurissime se irresponsabili non sfrecciano a velocità pazzesche in ore di punta come mi accade di verificare ogni mattina in via Cimabue e Appiani presso la media Pellico.

Rispondi