Varese

Varese, Scuola Canziani, il Pd Luca Paris replica al commissario della Lega

Il segretario cittadino del Pd Luca Paris

Il segretario cittadino del Pd Luca Paris

Riceviamo e pubblichiamo un intervento del segretario cittadino del Pd di Varese, Luca Paris:

“Il neo commissario della Lega che ha defenestrato Carlo Piatti, dopo aver attaccato (senza neanche conoscerne i contenuti) il progetto stazioni della giunta Galimberti, progetto che finalmente troverà attuazione dopo decenni di promesse della Lega, difende la scuola Canziani.

Scuola che in ragione della inidoneità statica  acclarata da tecnici strutturisti (e ben più qualificati di questo personaggio comparso nella vita politica cittadina) ha indotto la giunta Galimberti a chiuderla e trasferire gli alunni in una scuola più sicura.

Questa presa di posizione stupisce perché lezioni sulle scuole dal bustocco commissario leghista la citta’ di Varese non ne vuole poiché poche settimane fa’ Busto Arsizio e’ stata al centro di un episodio che ha visto 3 bambini feriti in una scuola e il trasferimento di tutti gli alunni  in luoghi di fortuna sino al termine della scuola.

Al commissario diciamo…..tornatene a Busto che di problemi soprattutto sulle scuole mi sembra che ne abbia più che a Varese. Invece che apprezzare l’attenzione per la sicurezza dei bambino la lega pensa solo a fare campagna elettorale fregandosene della sicurezza. La Lega doveva pensare alla Canziani e alle altre scuole cosi come alle stazioni nei decenni in cui e’ stata al governo della citta ed invece il nulla…..

Tali sparate sono state fatte cinicamente per conquistarsi un titolo di giornale in più dimostrando da subito che di Varese e dei varesini non gliene frega nulla. Per lui sono voti e non persone”.

5 maggio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, Scuola Canziani, il Pd Luca Paris replica al commissario della Lega

  1. Paola Barresi il 7 maggio 2018, ore 20:53

    Si, perchè il sig. Paris non fà campagna elettorale?, ma torni nei ranghi e si dedichi alle promesse e agli impegni elettorali del suo partito (vedasi nuovo PGT con i suggerimenti dei cittadini) oppure del degrado attorno al palazzetto dello sport dove il suo partito si è reso colpevole della eliminazione del gruppo gev del “comandante” Gambaro, le uniche che a Varese si interessavano dei rifiuti e degli sporcaccioni che vanno a dipingere tutto con le loro scritte.
    Poveri compagni cittadini godetevi l’ultimo periodo di potere perchè poi per venti anni starete
    meritatamente all’opposizione.

  2. luisa andreis il 8 maggio 2018, ore 22:20

    Buonasera, credo che chi ha eliminato l’art. 18, chi ha fatto leggi per rendere possibile i licenziamenti collettivi, chi dice che chi li ha votati nelle recenti votazioni ha voluto metterli all’opposizione (senza pensare che in realtà è stato chi NON li ha piu votati che li ha condannati all’opposizione), deve rassegnarsi al un girone dantesco degli oppositori per un ventennio (meritatamente).
    Suggerisco al sig. Paris di mettersi a lavorare per il suo partito e per la città e lasciare stare le declamazioni sopra citate.
    Cordialità

Rispondi

 
 
kaiser jobs