Cultura

Cultura, “Oltre l’immagine”, sinergia tra Comunità Montana del Piambello e 4 Comuni

La presentazione del progetto a Villa Recalcati

La presentazione del progetto a Villa Recalcati

Fare gioco di squadra nel campo della cultura, questo lo “stile” di “Oltre l’immagine”, installazione itinerante sull’immagine sovvenzionata dal Comune di Bisuschio, dalla Comunità Montana del Piambello e dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto. Un interessante progetto ideato e realizzato da Intrecci teatrali diretta da Andrea Gosetti. Il lancio è avvenuto a Villa Recalcati, sede della Provincia di Varese, che patrocina il progetto.

L’installazione viaggerà in un circuito costituito da quattro Comuni, Lavena Ponte Tresa, Induno Olona, Cunardo e Viggiù. “Si tratta di un progetto inter-comunale, che muove da una domanda di fondo: ciò che vediamo corrisponde davvero alla verità? – spiega lo stesso Gosetti -. Si entra in un cubo, che ci isola da ciò che abbiamo intorno e si indossa una cuffia per partire per un viaggio multisensoriale”.

Tre i passaggi dell’installazione, che è già ospitata a Lavena Ponte Tresa fino al 6 maggio, così come Lavena sta già ospitando un’installazione del grande artista Giuliano Tomaino: “Disegno insegno”, in collaborazione con Michele Ferrari, pittore originario della Valceresio, “Dentro il quadro” e “Oltre l’immagine”, una fase, quest’ultima, che si avvale di uno studio sulla macchia sviluppato dall’artista Mattia Gosetti. Tre tappe, tre stazioni, grazie alla quale è possibile fare esperienza dell’arte, dei suoi misteri, di ciò che contiene e che spesso non si mostra.

Per il presidente della Comunità Montana del Piambello, Maurizio Mozzanica, “questa installazione realizzata sotto la regia di Intrecci teatrali, è solo un primo passo, dato che la volontà è quella di creare sinergie tra Comuni. E questo grazie ad un progetto culturale capace di unificare le forze e le eccellenze del territorio della Comunità Montana”.

Per Giovanni Resteghini, sindaco di Bisuschio, fondamentale la cultura, come dimostra il festival Sogni all’aria aperta, che ha tagliato il traguardo della sua decima edizione. Siamo stati all’origine di questo progetto “Oltre l’immagine”, ma la partecipazione e la collaborazione di tutti è garanzia di continuità e di sviluppo nei prossimi anni”.

“A Lavena Ponte Tresa – dice il sindaco Massimo Mastromarino – si inserisce nella manifestazione Pontemagico, allargatasi all’arte ambientale, che si traduce in questa installazione e nell’opera di Tomaino. Importante, su arte e cultura, dialogare con le altre amministrazioni, intrecciare i vari percorsi”.

“Vogliamo essere vicini alla gente anche sul piano culturale – interviene il sindaco di Cunardo Angelo Morisi -. E vogliamo esserlo valorizzando il più possibile gli artisti del territorio”. “Un evento itinerante supportato dalla capacità di fare rete e di dialogare sull’arte e la cultura”, conclude l’assessore alla Cultura di Induno Olona, Emanuele Marin.

 

 

 

3 maggio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs