Arcisate

Arcisate, Agricoltura a Varese, la Coldiretti tifa per la filiera corta

agricoltura biologica“Agricoltura a Varese: il futuro nella filiera corta”: questo il tema dell’importante tavola rotonda con cui la Coldiretti prealpina tracciare lo stato dell’arte e le prospettive future del nostro agroalimentare dal campo alla tavola: il ruolo dei giovani, il successo del “chilometro zero”, i Mercati Agricoli, il rapporto con la grande distribuzione, il “ruolo sociale” dell’agricoltura. E i problemi che la toccano più da vicino sul territorio, non ultimi quelli legati all’invasione della fauna selvatica, al cambiamento del clima e alla sottrazione del suolo agricolo.

L’incontro con ospiti di primo piano (che anticiperà l’Assemblea elettiva della Coldiretti provinciale) si terrà lunedì 23 aprile, presso l’agriturismo Paradiso, Arcisate, via Colle dei Carpi 12. L’inizio è alle ore 17.30. Modera l’incontro il giornalista di Rete 55 Matteo Andriola.

Dopo aver illustrato le ragioni che hanno portato Coldiretti ad organizzare una riflessione sugli scenari dell’agroalimentare made in Varese, inquadrato in un più ampio scenario regionale e nazionale, il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori aprirà la tavola rotonda nella quale, subito dopo,l’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi esporrà le linee programmatiche della Regione Lombardia e gli intenti che guidano il suo mandato, che ha da poco preso il via: “E una delle innovazioni – sottolinea il presidente Fiori – sta proprio nella scelta della Regione di far nascere – prima in Italia – un assessorato con competenze sull’intera filiera agroalimentare, di fatto un ‘assessorato al cibo’”.

Seguirà una presentazione del professor Dipak Raj Pant, dell’università Liuc, il quale traccerà i possibili scenari per un’agricoltura italiana e varesina inserita nell’economia di un futuro a medio termine. In particolare, il professore approfondirà temi di grande attualità: l’agricoltura nei contesti di industrializzazione matura, gli scenari globali emergenti, le incertezze che oggi l’agricoltura affronta (non ultima quella connessa ai cambiamenti climatici) con le relative implicazioni per gli agricoltori italiani e, non ultima, la sostenibilità come “nuovo orizzonte” della competitività nel settore agroalimentare.

Interverrà poi l’imprenditore Paolo Orrigoni, presidente del gruppo Tigros, che tratterà del futuro della filiera agroalimentare dal punto di vista della grande distribuzione, con riferimento alla possibilità di dialogo diretto tra il mondo agricolo della produzione e il mondo della distribuzione organizzata, teso alla valorizzazione delle produzioni territoriali.

Le conclusioni sono affidate al presidente di Coldiretti Lombardia e vicepresidente nazionale Ettore Prandini che traccerà un preciso spaccato dell’agricoltura lombarda e dell’azione di Coldiretti, nel suo ruolo di sindacato di filiera.

 

22 aprile 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs