Villadossola

Villadossola, 25 Aprile, nuovo libro sul partigiano Platinetti a La fabbrica di carta

Lo storico Giannantoni insieme a Platinetti

Lo storico Giannantoni insieme a Platinetti

Al Salone del libro degli autori e degli editori “Verbano, Cusio, Ossola” di Villadossola nell’ambito della rassegna annuale de “La fabbrica di carta”, organizzato dalla Regione Piemonte, il 25 aprile alle ore 17 sarà presentato il libro di Franco Giannantoni e Carlo Meazza, edito da Grossi di Domodossola, “Il Camoscio delle cinque Valli” ( pp. 60, euro 12) con il contributo della Fondazione Giussani Bernasconi per il restauro delle opere d’arte e gli studi umanistici.

Il volume, curato dallo Studio grafico di Paolo e Giuliano Zanzi di Varese, affronta la straordinaria avventura di “Pippo” Platinetti, partigiano valsesiano delle brigate di “Cino” Moscatelli (oggi brillante 95enne) che nell’ottobre 1944, alla caduta della libera Repubblica dell’Ossola, non volle rifugiarsi in Svizzera come gran parte dei suoi compagni e della popolazione civile, per restare in Italia e continuare la lotta.

Dal confine di Bugliaga, sopra Iselle in Val Divedro, Platinetti iniziò un “viaggio” a piedi di oltre mese che, ad altezze fra i mille e i due mila metri, lo portò in Val Bognanco, Val Antrona, Val Anzasca sino alla natia Valsesia dove rientrò nelle “Garibaldi” sino alla Liberazione. Il 26 aprile a Veveri, vicino Novara, nelle fasi convulse dell’insurrezione vicino, fermò da solo con una raffica di mitra un mezzo tedesco che tentava la fuga.

Un’altra memorabile impresa che ebbe l’onore di essere citata su “Il Monte Rosa é sceso a Milano”, di Moscatelli e Secchia, edito da Einaudi, l’opera più completa della Resistenza dell’Ossola, del Cusio, del Verbano e della Valsesia.

20 aprile 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs