Travedona Monate

Travedona Monate, Lettera ad una professoressa, Don Milani sul palco del Santamanzio

Don Milani e i suoi ragazzi di Barbiana

Don Milani e i suoi ragazzi di Barbiana

Domenica 15 aprile 2018 l’Associazione Culturale “I care” di Travedona Monate presenta l’evento “Don Milani, un profeta con i piedi per terra“, in programma presso il Cine Teatro Santamanzio di Travedona Monate.

A partire dalle ore 15 verranno proposte alcune riflessioni sul priore di Barbiana con il contributo di Agostino Burberi, già allievo di don Milani a Barbiana, don Alessandro Andreini, comunità si San Leolino, Paolo Cesari, redattore, Giovanni Chinosi, insegnante, Alberto D’Inca, professore di Patrologia, Marco Vergottini, teologo.

Alle 17:30 verrà messo in scena lo spettacolo “Lettera ad una professoressa“, per la regia e l’interpretazione di Nicola Tosi e l’accompagnamento musicale e canoro di Valentin Mufila.

Il monologo è un adattamento realizzato dallo stesso Tosi partendo dal testo originale, scritto da Don Milani e dai ragazzi della scuola di Barbiana ed edito nel 1967, lo stesso anno della scomparsa del priore.

Tosi ha individuato nel testo di Milani, realizzato per la stampa e non per la messa in scena, una forte teatralità da orazione civile, per sviluppare la quale si è messo al lavoro con Valentin Mufila sulla sinergie musicali e interpretative. Ne è emerso un dialogo di parole e suoni in cui la chitarra interagisce sottolineando, amalgamando, contrappuntando il recitato.

Il testo è incentrato sulla testimonianza di un ragazzo della Scuola di Barbiana, ripetutamente respinto dall’Istituto Magistrale di Firenze, che racconta la sua esperienza umana e scolastica a Barbiana, insieme a quella dei suoi compagni, figli di poveri montanari e contadini. Grazie alla rivoluzionaria visione pedagogica e didattica di Don Milani, in pochi anni diversi gruppi di ragazzi marginalizzati da un’istituzione scolastica classista e sprezzante sono riusciti a trovare un riscatto dai ripetuti insuccessi ed abbandoni precedenti.

Il racconto descrive inoltre i metodi di fare scuola di Milani, il suo approccio umano, pragmatico, anti accademico, orientato all’inserimento nella vita e nel mondo di chi fino ad allora aveva solo conosciuto soltanto la povertà, l’analfabetismo, l’esclusione.

Un testo quanto mai attuale, in un mondo dove ancora oggi la forbice sociale ed economica determina differenziazioni sempre più irrimediabili.

Il regista e interprete Nicola Tosi ha studiato a Bologna, laureandosi nel Corso di Laurea Dams della Facoltà di Lettere e Filosofia, quindi diplomandosi in recitazione presso Accademia 96. Ha collaborato con Centro Nazionale Teatrale di Riccione, Teatro Poesia di Bologna, Teatro di Ferrara, Teatro San Babila di Milano. È stato interprete di Dino Campana nel film di Silvana Strocchi “Il germe del melograno”. Si è laureato in Scienze Storiche all’Università Statale di Milano, con tesi sulle pubblicazioni presso Einaudi dei drammi di Pinter e Osborne. Ha pubblicato per le Edizioni Il Cavedio il “Manuale di dizione e lettura espressiva”. Dal 2008 risiede nuovamente in provincia di Varese, dove insegna Italiano, Storia, Dizione e Recitazione.

Valentin Mufila è nato nella Repubblica Democratica del Congo. Cantante, musicista e compositore, vive in Italia da sette anni. Nel 2012 ha creato con amici italiani Mapendo Africa Sound, una band che di musica africana, e ha lavorato con tante associazioni italiane e africane per vari progetti. Ora si sta preparando per la marcia della pace del 2 giugno a Berlino, dove si esibirà con l’artista di Varese Cristina Barzi.

 

9 aprile 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Travedona Monate, Lettera ad una professoressa, Don Milani sul palco del Santamanzio

  1. Don Milani,un profeta,al teatro Santamanzio di Travedona - Menta e Rosmarino il 16 aprile 2018, ore 21:55

    […] Travedona Monate, Lettera ad una professoressa, Don Milani sul palco del Santamanzio […]

Rispondi

 
 
kaiser jobs