Varese

Varese, Nella hall del Circolo il Sacro Monte ritratto da Peccoz e Morelli

ospedaleDa domani 5 aprile e fino al 5 giugno, la hall dell’Ospedale di Circolo di Varese ospiterà la mostra fotografica “Lo sguardo sul Sacro Monte. Il Sacro Monte di Varese nelle opere fotografiche di Marco Beck Peccoz e Roberto Morelli”.

Una mostra fotografica appositamente pensata per essere esposta gratuitamente negli spazi di attesa di enti pubblici e privati presenti sul territorio della città e provincia di Varese.

Nata nell’ambito del più ampio progetto Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia: una mostra fotografica per la valorizzazione e come strumento per un nuovo progetto di comunicazione ideato da Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte di Varese e Parrocchia di Santa Maria del Monte in Varese – è stata realizzata grazie al sostegno di Regione Lombardia e alla collaborazione di Regione Piemonte.

I pannelli esposti mostrano opere fotografiche di Marco Beck Peccoz e Roberto Morelli, nelle quali i due fotografi hanno catturato la bellezza e il fascino del Sacro Monte di Varese – importante sito UNESCO della nostra realtà locale – mostrando scorci, vedute paesaggistiche e particolari interni sia delle cappelle della Via Sacra sia delle sue realtà museali.

La scelta di usare “spazi di attesa” per esporre tale mostra ha un duplice obiettivo: quello di rendere tali ambienti strumenti di comunicazione e divulgazione del patrimonio culturale locale e allo stesso tempo quello di dare valore a spazi, come quelli di attesa, che rischiano di apparire anonimi e privi di elementi grafici significativi, abbellendoli con immagini che rimandano alle bellezze del territorio locale.

Con questo tipo di allestimento l’incontro tra le immagini del patrimonio culturale e le persone sarà involontario e inevitabile, andando così ad attrarre l’attenzione di un pubblico che non è alla ricerca di un contenuto culturale, ma che può in ogni caso farlo proprio in questa occasione inattesa.

La mostra punta sulla forza di suggestione degli scatti fotografici esposti. La semplicità e l’apparente leggerezza del medium scelto – la fotografia – unite all’elevata qualità artistica, agevolano la promozione e la valorizzazione del nostro Sacro Monte verso un più ampio e diversificato fruitore. La fotografia – per natura accattivante e caratterizzata da una moderna immediatezza – appare chiara e di facile lettura, consentendo a tutti i visitatori, consapevoli e inconsapevoli, di lasciarsi incuriosire dal fascino del luogo presentato con le sue realtà museali, sino a suggerirne la scoperta diretta.

 

4 aprile 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs