Varese

Varese, Maestri del Paesaggio, una conversazione con Biagio Guccione

Villa Panza

Villa Panza

Varese, la Città in un giardino, ha visto nel corso dei secoli all’opera i più insigni architetti paesaggisti europei. Qui operarono Leopoldo Pollack, Giuseppe Balzaretto, Enrico Combi, Emilio Alemagna, Pietro Porcinai, Ettore  Portaluppi, Elena Balzari Berrone, tanto per fare dei nomi di assoluto prestigio e rilevanza. Il paesaggio che noi oggi vediamo lo dobbiamo anche all’opera di professionisti capaci di cogliere il “genius loci” del nostro paesaggio.

Il Comune di Varese si è impegnato a mettere il paesaggio e l’ambiente al centro della propria azione di valorizzazione e tutela. Nature Urbane vuole essere anche un percorso lungo tutto un anno dove il paesaggio viene analizzato, studiato e applicato non solo nei giorni del Festival ma diviene argomento di studio ed interesse quotidiano.

Dopo la presenza dell’architetto paesaggista Domenico Luciani, domani martedì 27 marzo, alle ore 18.00 in Villa Panza, sarà il turno del professore Biagio Guccione dell’Università di Firenze che ci introdurrà ai “Maestri del Paesaggio” ovvero quelle figure che con il loro ingegno e la loro opera sono state capaci di intervenire sul paesaggio.

Biagio Guccione docente di Architettura del paesaggio all’Università di Firenze è impegnato da più di trenta anni a promuovere l’architettura del paesaggio attraverso la didattica, la ricerca, la divulgazione scientifica e l’attività professionale. Autore di testi e libri scientifici ha ottenuto importanti e significativi riconoscimenti internazionali. Con il suo ultimo libro “Maestri di paesaggistica “ traccia i profili di chi ha profondamente modificato questa disciplina nel corso dell’ultimo secolo.

26 marzo 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs