Varese

Varese, Carovana dei versi porta la poesia tra i banchi di scuola

scuola1“NON SI PUÒ CAPIRE CAROVANA DEI VERSI|POESIA IN AZIONE. LA SI DEVE SPERIMENTARE!” Questo è l’assunto che muove il collettivo, che riparte ogni anno da un nuovo verso con un vero e proprio “esercito”: gli oltre mille poeti sul territorio nazionale e internazionale, infatti, agiscono ispirandosi al DADAISMO.

Dal 2016, centenario della nascita del movimento a Zurigo, il nutrito gruppo di autori ha fatto proprie le parole del noto esponente Richard Huelsenbeck (1892 – 1974) rinnovandole con ogni azione che consolida anno dopo anno lo spirito del collettivo itinerante e corale. L’autore del manifesto, firmato nel 1918 da tutti i maggiori esponenti del movimento artistico, letterario e di pensiero, usò nel 1920 l’espressione “NON SI PUÒ CAPIRE DADA. LO SI DEVE SPERIMENTARE.”

Il collettivo CAROVANA DEI VERSI|POESIA IN AZIONE abrigliasciolta l’ha adottata per orientare ogni sua azione, itinerante e corale, verso estemporanee sperimentazioni letterario-artistiche da vivere, non da raccontare e neppure da “riprodurre” in surrogati mediatici. Quest’esperienza è un’azione concreta per diffondere un segnale necessario: in un momento di isteria e confusione solo la poesia può, in punta di piedi, scuotere la quotidianità e parlare all’uomo con la sobrietà della sobria età comune e condivisa.

Il collettivo CAROVANA DEI VERSI|POESIA IN AZIONE, fondato da abrigliasciolta nel 2004, rinasce ogni anno nella data che segna il “risveglio comune di natura e società”, prescelta nel 1999 da UNESCO per le celebrazioni della GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA: la Commissione Nazionale Italiana sostiene sin dalla nascita il collettivo che invade ogni luogo del vivere quotidiano per diffondere “l’ospitalità” della forma in versi.

Sobria e ormai corroborata, la nuova stagione di performance itineranti e corali ha intrapreso il suo XV cammino mercoledì 21 marzo 2018. Alle ore 10 il percorso è partito proprio da un luogo simbolo, la scuola: per oltre due ore Antonella Visconti, Luigi Maffezzoli, Marco Tavazzi, Ombretta Diaferia, Sandro Gianni e Sandro Sardella hanno invaso le classi dei Licei Manzoni di Varese.

Il quintetto del collettivo, composto dalle storiche colonne portanti in terra prealpina, ha intonato i propri versi riproponendo AD ALTA VOCE le ormai rodate performance RADICATI NELLA BELLEZZA, SOma pulSO Sotto verSO, ANTIRACIST POETRYCARDS, POETRY ROLLER, ALOUD, BANDA A MANO LIBERA, POETS FOR CHANGE, AMBIENTE&LAVORO DIVERSI. La parola in azione ha invaso fino a sera la vita quotidiana rinnovando il vero senso di una giornata che abrigliasciolta celebra per promuovere dialogo ed eliminazione delle discriminazioni riconoscendo il ruolo privilegiato della forma in versi nella promozione del dialogo interculturale, della comunicazione e della pace nell’impegno per l’eliminazione delle discriminazioni razziali.

Il collettivo itinerante e corale CAROVANA DEI VERSI – POESIA IN AZIONE continua ostinatamente a invadere la vita quotidiana dell’uomo testimoniando che “Il più infallibile araldo, compagne e seguace di un grande popolo che si risveglia, perché chiamato ad operare un benefico cambiamento nel pensiero e nelle istituzioni, è la Poesia” (Percy Bysshe Schelley – Defence of poetry,1821 già in ALOUD 2016, edizioni abrigliasciolta).

La formazione ha inaugurato il nuovo itinerario dopo l’impegno invernale dell’azione BAR TENZONE (www.abrigliasciolta.it/CSBARTENZONEperformance&book09.03.18.pdf), che ha debuttato il 9 marzo confermando la validità di questo lungo percorso di sperimentazione sulla PAROLA IN AZIONE, riconosciuta internazionalmente come spoken word, il cui senso è riconducibile all’incisiva azione di Ball : «Con la poesia fonetica si rinuncia di primo acchito a una lingua corrotta dal giornalismo e resa impossibile. Dobbiamo ritirarci nell’alchimia più intima della parola, abbandonare addirittura anche la parola in modo da preservare così il campo più sacro della poesia» (Hugo Ball “Die Flucht aus der Zeit” – La fuga dal tempo, 1927). Perché ogni giorno rinasce all’insegna della parola viva e incorruttibile.

25 marzo 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi