Varese

Varese, Sicurezza stradale, il leghista Marco Pinti va all’attacco

piazzamontegrappa“La sicurezza stradale è una priorità sulla quale occorre intervenire immediatamente. Chiedo quindi alla giunta Galimberti se abbia già in mente, oppure no, di attuare le misure necessarie a garantire l’incolumità dei pedoni”.

Il Consigliere comunale della Lega, Marco Pinti, interviene sul grave problema dell’insicurezza degli attraversamenti pedonali, finiti in questi giorni al centro delle cronache cittadini “per lo stato di scarsa manutenzione, che li rende pericolosi, come dimostrano purtroppo gli ultimi incidenti avvenuti”, sottolinea Pinti.

Il Consigliere comunale leghista ha quindi preparato un’interrogazione all’Amministrazione comunale, nella quale chiede conto dello “stato di manutenzione delle strisce pedonali, che risulta in molti casi bisognoso di urgenti interventi migliorativi”. E quindi ricorda come siano stati segnalati “anche a mezzo stampa esempi di grave usura, nello specifico nelle vie: Adamoli, Aguggiari, Garibaldi, Luini, Dandolo”.

Numerosi i cittadini che hanno segnalato i rischi per l’incolumità dei pedoni, tra cui anche il professor Giannantoni. Si tratta di una questione sempre più sentita – continua Pinti – e che merita una risposta veloce”.

La domanda di Pinti, rivolta all’Amministrazione comunale di centrosinistra, è molto semplice: “Se e con che tempistica l’Amministrazione intende intervenire per rimediare allo stato di degrado e insicurezza degli attraversamenti pedonali segnalati”.

“Ci aspettiamo che la giunta comunale intervenga velocemente, visto che sulla sicurezza dei cittadini non si scherza” conclude Pinti.

 

12 marzo 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Varese, Sicurezza stradale, il leghista Marco Pinti va all’attacco

  1. franco giannantoni il 13 marzo 2018, ore 09:11

    Caro Direttore, riprendo la mia lettera a La Prealpina di lunedì sulle Zebre” logore e invisibili e ringrazio il consigliere Pinti per la citazione nel suo opportuno intervento. La scorsa settimana proprio al termine di via Adamoli, angolo viale Milano, una vettura a mezzogiorno ha travolto sulle “zebre” una giovane ragazza, ferendola in modo grave. Quel punto é pericoloso: le “zebre” appaiono, improvvise, dopo un rettilineo percorso dalla macchine a velocità spesso sostenuta. Sono una “sorpresa”, si avvertono poco. Il discorso vale per le “zebre” all’imbocco di via Garibaldi in condizioni penose. Non riesco a capire come vigili urbani e controllori che pur percorrono queste zone non segnalino il fenomeno. Eppure sarebbe semplice. A meno che lo segnalino ma poi la macchina burocratica sia assai lenta a mettersi in moto. Cordiali saluti, Franco Giannantoni.

  2. Daniele Zanzi il 15 marzo 2018, ore 08:09

    Ben vengano gli stimoli e le segnalazioni della minoranza e dei cittadini, come Franco Giannantoni.In effetti le condizioni della segnaletica orizzontale ed anche verticalesulle nostre strade sono in molte parti della città pessime. Ne sono , siamo ,consapevoli e si è intervenuto in molte zone. Altre,in punti critici, come segnalato, saranno sistemate ,anche ,mi auguro, con l’introduzione di nuove tecnologie. Il bel tempo e le temperature della primavera permetteranno di intervenire in modo adeguato.

  3. Max il 15 marzo 2018, ore 22:16

    Mi fa piacere che l’assessore risponda queste segnalazioni: mi permetto di aggiungerne altre 3 meritevoli di estrema attenzione sia per la situazione sicurezza ma anche di traffico soprattutto nelle ore di punta: 1) attraversamenti incontrollati dei pedoni sulla via Casula da e per la Stazione Nord: si trovano sempre e ovunque 2) il paradosso delle auto parcheggiate in doppia fila quasi sempre e lungo tutta la via Piave (ci sarebbero due corsie ma sono sempre una sola e creano poi ingorghi ai semafori principali…) 3) le strisce pedonali in viale Milano tra la Confartigianato e la casetta abbonamenti pulmann secondo me dovrebbe essere regolata da un semaforo per i pedoni che scatta quando diventa verde anche quello all’altezza del mutales dipinto da Reggiori.Le mie vogliono essere segnalazioni per l’incolumità dei pedoni che di un miglioramento del traffico nelle ore di punta

  4. Daniele Zanzi il 16 marzo 2018, ore 17:39

    Prendo buona nota. Su Via Piave i dati di sanzioni emesse mi dicono che vi è un incremento del controllo e dellenostre presenze. Purtroppo però gli interventi non sembrano migliorare la situazione.O meglio, migliorano la viabilità nel momento in cui si interviene; bisognerebbe avere un presidio fisso, ma ciò al momento è impossibile. Vedremo. Grazie ai cittadini che di persona o sui social segnalano queste criticità. Le condizioni di non sicurezza del comparto stazioni saranno sicuramente migliorate con il nuovo progetto di riqualificazione.

Rispondi