Varese

Varese, Le sculture in vetro di Cinquanta nella cripta della Brunella

Una scultura di Cinquanta

Una scultura di Cinquanta

Le opere in vetro del maestro Adam Cinquanta saranno in mostra dalle 7 alle 18.30 da venerdì 9 marzo a domenica 25 marzo nella cripta della chiesa di Sant’Antonio di Padova alla Brunella.

L’istallazione è un invito a meditare sul mistero della Passione di Cristo attraverso il Trittico in vetro sensoriale, opera artistica di Adam Cinquanta. È un’iniziativa che permette di valorizzare il dono della vista e di educare all’essenziale partendo dal volto di Cristo.

L’OPERA

L’opera rappresenta nella prima parte un passaggio dell’Ultima Cena in cui è presentato un Cristo pensoso e triste, la cui espressione lascia intendere la consapevolezza piena del dramma che sta per compiersi.

Nella seconda realizzazione è figurato Gesù tra gli ulivi. Si tratta di un busto realizzato attraverso una colata di vetro, che con grande intensità trasmette il travaglio umano di Gesù Cristo.

Il terzo lavoro, “Il sepolcro”, è realizzato in fusione di vetro opalino nero/viola, rappresenta l’icona del Cristo morto. Il rivolo delle colate vitree e il bordo tutto frastagliato intendono richiamare le sofferenze del Figlio di Dio prima della morte.

IL TRITTICO e  L’ARTE SENSORIALE

Il trittico è realizzato in cristallo extra-chiaro e  vetro opalino, secondo la “tecnica sensoriale”,  che la distingue nella qualità e nella sostanza da altre procedure, oltre che per l’intensità dei simboli introdotti, anche per una diversa traduzione iconografica, affidata non solo alla mano e alla mente dell’artista, ma alla autonomia della materia. Senza cioè preoccuparsi di quella “distanza”, che viene richiesta tradizionalmente all’artista dai modelli di immagine di arte sacra occidentali e orientali. In essa c’è la pretesa di rappresentare con efficacia le due declinazioni, quella artistica e quella materica. Di modo che nella forma emerga spontaneamente e con forza il respiro spirituale di salvazione che nella prospettiva cristiana anima l’intera realtà salvata dal Cristo.

LA CROMOFUSIONE e L’ARTE PULITA

Cinquanta – mastro vetraio di dotta sapienza tecnica – conosce tutto quello che di pregevole dal vetro si può realizzare: dalla lavorazione delle vetrate secondo le tecniche antiche a piombo a quella della pittura a grisaìlle, dal vetro fusione fino alla più recente ed inedita tecnica della “cromofusione”, particolare tecnica d’impasto di colore e vetro amalgamati secondo un procedimento brevettato dallo stesso maestro.

L’artista milanese che con “La passione di Cristo”, un trittico realizzato in “vetro sensoriale”, ha dato vita ad un bell’esempio delle profonde trasformazioni materiche dell’arte contemporanea.

Diffondere l’arte pulita, riqualificando i metodi di lavorazione, è l’obiettivo principe che muove l’artista del vetro verso un saper fare cosciente, più etico e sostenibile. Tutte le opere d’arte di Adam Cinquanta sono realizzate con vetro recuperato, riciclato e riciclabile.

8 marzo 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs