Varese

Varese, I fiori del male di Baudelaire tradotto in bosino a Velate

Giorgio Sassi

Giorgio Sassi

Nell’ambito della mostra “Gitani e altre storie di Camargue” sabato 10 marzo alle 16.30 al Battistero di Velate verrà presentato il libro “I fiori del Male / I fiur dul maa” di Giorgio Sassi, scrittore bosino. L’evento, ad ingresso libero, è realizzato a cura di Carla Tocchetti. Si ringrazia Magda Aimetti per le letture in francese durante la presentazione.

“I fiur dul maa” è la traduzione in dialetto di Varese della celebre raccolta lirica di Charles Baudelaire, forse l’opera letteraria francese più nota di tutti i tempi.

Il libro, in due volumi, è impreziosito dall’introduzione dello scrittore Andrea Fazioli e dalla premessa del prof. Gianmarco Gaspari, docente di Letteratura Italiana all’Università degli Studi dell’Insubria e presidente del Corso di Studi in Scienze della Comunicazione.

Giorgio Sassi, nato in Val Bossa ad Azzate, vive a Bodio Lomnago. Oltre a un volume di racconti in dialetto intitolato “I balòss” (2012), con un corollario dal titolo “Ul mago” (2013), è anche autore di poesie, novelle, articoli vari per un giornale locale, ha anche pubblicato una raccolta di proverbi in dialetto. Sassi non è nuovo a imprese di versione nel dialetto di Varese dei classici della letteratura internazionale, è del 2014 il suo “I SUNETT”, traduzione dei Sonetti di W. Shakespeare.

 

 

7 marzo 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs