Regione

Regione, Il Pirellone lancia allarme-neve dalla mezzanotte

NEVELa Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attivita’ e’ coordinata dall’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha emesso una comunicazione di ordinaria criticita’ (codice giallo) per rischio neve dalla mezzanotte.

Le zone interessate sono le zone omogenee NV-01 (Valchiavenna, provincia di Sondrio), NV-02 (Medi a-Bassa Valtellina, provincia di Sondrio), NV-03 (Alta Valtellina, provincia di Sondrio), NV-04 (Prealpi varesine, provincia di Varese), NV-05 (Prealpi comasche e lecchesi, province di Como e Lecco), NV-06 (Prealpi bergamasche, provincia di Bergamo), NV-07 (Valcamonica, provincia di Brescia), NV-08 (Prealpi bresciane, provincia di Brescia) e NV-20 (Appenino pavese, provincia di Pavia).

Transito di un fronte freddo da ovest con precipitazioni diffuse e fase piu’ intensa tra la tarda mattinata e il pomeriggio di domani, mercoledi’ 7 marzo. Le nevicate interesseranno tutte Alpi e Prealpi, risultando copiose oltre gli 800 metri, con quota in calo nel corso della giornata partendo dai settori occidentali, fino a 600 metri circa. Locali sconfinamenti fino a 500 metri durante le ore centrali su Orobie, Valcamonica e Valtellina, ma senza accumuli importanti al di sotto dei 600 metri.

Tra 600 e 1200 metri possibili accumuli fino a 10-15 centimetri tra media-bassa Valtellina, Orobie e Valcamonica. Su Appennino quota neve in calo fino a 800 metri. ma con accumuli poco significativi. Giovedi’ 8 marzo, previsto flusso occidentale, ma con assenza di fenomeni ovunque, al piu’ bassa probabilita’ di isolati fiocchi di neve lungo i crinali di confine tra Valchiavenna e alta Valtellina nella seconda parte della giornata.

Le problematiche principali per rischio neve possono essere legate soprattutto a difficolta’ e rallentamenti del traffico stradale oltre le quote segnalate. Si chiede pertanto ai sistemi locali di protezione civile di attivare una fase operativa di attenzione, cioe’ di predisporre il sistema locale alla pronta attivazione di azioni di contrasto in caso di necessita’, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza, per la sicurezza della circolazione del traffico sulle strade e la riduzione dei rischi connessi

6 marzo 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs