Varese

Varese, Dall’ex assessore Angelini endorsement per il forzista Luca Marsico

Una foto di Marsico con Angelini, Nurra e Pramaggiore pubblicata nella pagina Fb di Marsico

Una foto di Marsico con Angelini, Nurra e Pramaggiore pubblicata nella pagina Fb di Marsico

Egr. Direttore,

il perdurare della crisi economica e sociale preoccupa le famiglie, la disoccupazione alimenta il senso di incertezza, il malfunzionamento dei servizi provoca fastidio e rabbia (che dire ad esempio dell’incubo quotidiano a cui sono sottoposti i pendolari varesini che utilizzano le linee ferroviarie sulla tratta Varese Porta Garibaldi?).

Per non parlare del discredito che sistematicamente viene gettato sulla politica (che peraltro si discredita spesso già da sola…) . Tutti questi fattori concorrono ad allontanarci dalla cosa pubblica, che sentiamo come estranea o addirittura nemica.

Eppure queste imminenti elezioni interpellano la coscienza di ogni cittadino, perché in fondo tutti abbiamo o avremmo il desiderio di trovare qualcuno davvero interessato a lavorare per il bene comune. Se non ci rassegniamo solo a subire ciò che accade intorno a noi, siamo infatti “costretti” in questa fase a prendere posizione su come pensiamo sia giusto costruire un mondo migliore per i nostri figli. Io credo ch per ripartire occorre tornare a considerare l’altro come una risorsa, non qualcosa da distruggere ma un interlocutore con cui confrontarsi e lavorare per un bene che sia di tutti. Con tutta la fatica necessaria.

Ritengo che questa sia la prospettiva decisiva, e per nulla astratta, dentro la quale ognuno può compiere poi le sue scelte senza demolire tutto ciò che è intorno. Parlando di scelte ho l’impressione che il PD ed il centro sinistra abbiano oggi grandi difficoltà ad intercettare le istanze di ripresa e di cambiamento. a segreteria Renzi, partita anni fa con grande dinamismo, sembra appiattita sulla difensiva, più impegnata ad autoconservarsi che ad ascoltare il battito del cuore del Paese. I Cinque Stelle a loro volta ,che hanno mostrato doti di “picconatori”, vanno in grande difficoltà quando devono costruire concretamente qualcosa di nuovo ed efficiente.

Personalmente darò quindi il mio consenso al centro destra , schieramento in cui pure gli elettori rilevano delle contraddizioni, ma nel quale sembra esserci ancora una possibilità di azione per i valori liberali e di cattolicesimo sociale,all’insegna del “più società meno Stato”. Per le elezioni regionali in particolare pensiamo alla grande occasione che ha Varese di contare di più se dovesse arrivare ai piani alti di Palazzo Lombardia Attilio Fontana, uno degli uomini che negli ultimi decenni ha lavorato meglio per la nostra città, e che ha dimostrato di avere Varese nel cuore, insieme ad altri consiglieri che hanno già maturato un’importante esperienza, quali Luca Marsico (ed altri), in modo da poter incidere sulle scelte della Regione Lombardia ,dando a Varese eso e servizi che la nostra città merita.

Caro Direttore, in politica e nelle cose umane la perfezione non esiste,ma le elezioni rimangono un’occasione importante non solo per dire la propria opinione ma anche ,e soprattutto, per rimboccarsi le maniche pensando al bene della propria comunità. Parafrasando un grande scrittore inglese, è il momento di correre “via dallo scetticismo”; dobbiamo farlo non certo per fare un piacere ai politici, ma per noi stessi e per il futuro di coloro che amiamo.

Cordialmente, Enrico Angelini

23 febbraio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs