Cultura

Cultura, Mostra di Guttuso, Galimberti e Cecchi: oggi Torino, domani Varese

A Torino da sinistra Contini, Galimberti, Pellin e Cecchi

A Torino da sinistra Contini, Galimberti, Pellin e Cecchi

“Torino oggi, Varese domani”: con queste parole ieri sera il sindaco di Varese, Davide Galimberti, e l’assessore alla Cultura e Turismo, Roberto Cecchi, hanno voluto essere presenti a Torino all’inaugurazione della mostra “Renato Guttuso – L’arte rivoluzionaria nel cinquantenario del ’68″, curata da Pier Giovanni Castagnoli e nata dalla collaborazione con gli Archivi Guttuso.

L’esposizione torinese presenta opere di soggetto politico e civile che vanno dalla fine degli anni Trenta alla metà degli anni Settanta. La mostra sarà visitabile alla GAM – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino dal 23 febbraio al 24 giugno 2018.

Anche Varese si sta preparando ad ospitare una grande mostra su Guttuso. E’ di qualche giorno fa infatti l’annuncio che nel 2019, nei musei di Villa Mirabello, si potranno ammirare i quadri dell’artista che fu particolarmente legato alla Città Giardino e per trent’anni scelse Varese come luogo privilegiato per la sua pittura.

Nella delegazione varesina ieri a Torino c’erano anche Serena Contini del Comune di Varese e la signora Adriana Pellin, presidente della Fondazione Francesco Pellin con la quale nelle scorse settimane l’amministrazione comunale ha stretto un accordo – un comodato di 10 anni – grazie al quale, al termine della mostra varesina in programma per il 2019, Villa Mirabello diventerà una sede espositiva del Guttuso grazie ad altre 20 opere che resteranno esposte nel museo di Varese.

Durante la visita alla mostra di Torino il sindaco e l’assessore hanno avuto anche l’opportunità di incontrare Fabio Carapezza Guttuso, figlio adottivo del grande pittore.

23 febbraio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs