Politica

Politica, Aimetti (Lista Gori) sui pendolari: urgente voltare pagina

Silvio Aimetti

Silvio Aimetti

“Pedemontana è vuota, mentre i treni sono troppo pieni, di migliaia di pendolari che ogni giorno viaggiano in condizioni a dir poco precarie; è ora di cambiare pagina, mandiamoli a casa”. Così Silvio Aimetti, sindaco di Comerio e candidato alle elezioni regionali per la lista civica Gori Presidente, dopo aver partecipato, lunedì sera, all’incontro pubblico organizzato dal Comitato Pendolari della Linea Gallarate – Milano.

“La Lombardia deve confrontarsi con le Regioni più avanzate d’Europa – prosegue Aimetti – abbiamo perso trent’anni, il centrodestra non ha più alcuna credibilità sulla mobilità sostenibile, sul trasporto ferroviario e su quello pubblico locale. Il “modello” Cattaneo e il “modello” Lega hanno fallito, sprecando centinaia di milioni di euro di soldi pubblici e lasciando in condizioni inaccettabili molte situazioni; dovrebbero chiedere scusa e scomparire”.

Aimetti ringrazia il Comitato Pendolari per aver organizzato la serata, che si è tenuta nella sala consiliare del Comune di San Giorgio su Legnano e alla quale hanno partecipato una ventina di candidati alle elezioni regionali, quasi tutti provenienti dalla provincia di Milano.

“E’ stata un’occasione preziosa per ascoltare la Lombardia che si muove quotidianamente per lavorare e studiare; sono arrivato da Comerio, peccato fossi quasi il solo candidato proveniente dalla provincia di Varese. Gli altri pensano non sia importante o che sia importante apparire solo quando si tagliano nastri?”.  ”Bisogna voltare pagina a partire dalla gestione – conclude Aimetti – il trasporto pendolare è un bene comune. Servono trasparenza e legalità; una gara vera per affidare la gestione del servizio quando scadrà il contratto con Trenord. Basta affidamento diretto, si premino il merito, l’efficienza e la capacità industriale”.

20 febbraio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs