Varese

Varese, Il Pd Astuti parla di sanità e sociale nel suo Comitato elettorale

Conferenza stampa di Samuele Astuti, tra Michelangelo Moffa e Alessandro Alfieri

Conferenza stampa di Samuele Astuti, tra Michelangelo Moffa e Alessandro Alfieri

Si è tenuta alle ore 12 la conferenza stampa di presentazione dei punti programmatici di Samuele Astuti, candidato capolista del Pd alle elezioni Regionali. L’evento si è tenuto nella sede del Comitato elettorale di Astuti a Biumo inferiore, in Piazza Ventisei Maggio, gremito per l’occasione.

Dopo aver ringraziato i presenti, fra cui il Segretario Regionale e candidato al Senato Alessandro Alfieri, e il candidato alla Camera nel collegio uninominale di Busto Arsizio Valerio Mariani; Astuti ha esposto i punti programmatici per la Regione, riguardanti principalmente i temi della sanità e dei servizi alla persona.

Le proposte delineate da Astuti durante la conferenza sono:

L’istituzione di una figura professionale che ricopra il ruolo di assistente familiare: “L’accorpamento delle istanze sociali e sanitare in Lombardia è stato fallimentare; molte famiglie con un malato o un anziano in casa sono in difficoltà nel gestire la nuova situazione familiare, e succede troppo spesso che un componente familiare rinunci al proprio lavoro per assistere il parente. E’ necessaria quindi l’istituzione di una vera e propria figura di assistente familiare che si occupi di queste situazioni, unita ad un serio coordinamento regionale con sportelli consultivi che informino e assistano le famigle.

Un nuovo sistema di gestione del paziente che permetta di rendere efficienti gli interventi socio-sanitari “Muoversi nell’attuale quadro di sostegni socio-sanitari risulta complicato non solo per i pazienti ma anche per gli operatori. Bisogna ricomporre gli interventi all’interno di un quadro di riferimento unico, in grado di offrire una reale presa in carico della persona. La nostra priorità è il superamento di una visione settoriale delle patologie e la creazione di una cartella sociale che racchiuda tutte le informazioni sul paziente, per garantire un’assistenza efficiente

Il ripensamento dei confini territoriali dei distretti sociali (piani di zona): “E’ necessaria una migliore integrazione a livello operativo con una chiara definizione degli ambiti di competenza in maniera tale da evitare incertezze negli interventi e una prevaricazione delle ASST”

La riduzione delle tempistiche per le liste d’attesa: “Sempre più cittadini, a causa delle inefficienze e della lentezza del sistema sanitario, scelgono di passare direttamente al privato. Un primo passo per la riduzione dei tempi delle liste d’attesa è la previsione di meccanismi sanzionatori per chi prenota le visite e poi non si presenta. Questo sistema è stato applicato con successo in Emilia Romagna, dove i tempi si sono ridotti di più del 20%”

Politiche per il sostegno alla disabilità: “I servizi in questo ambito sono in gran parte gestiti da enti del terzo settore e dai Comuni, le unità di offerta sono sempre sature e crescono le liste d’attesa; di conseguenza gran parte dell’onere assistenziale ricade sulle famiglie. In Regione mi impegnerò a promuovere l’effettiva attuazione della legge sul “Dopo di noi” per favorire l’acquisizione dell’autonomia da parte della persona disabile; insieme a dei maggiori investimenti in favore dell’inclusione lavorativa e progetti a favore dell’abitare autonomo, integrato e socializzante delle persone con disabilità “.

Sono poi intervenuti Alessandro Alfieri che ha ribadito l’impegno e la necessità di fare campagna elettorale sulle proposte concrete; e Valerio Mariani, intervenuto sulla necessità di una Regione Lombardia attenta ai propri cittadini anche su temi quali la gestione del sistema idrico e la gestione dei rifiuti.

17 febbraio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs