Varese

Varese, L’Associazione Mazziniana Italiana illustra le attività del 2018

Da sinistra Tomassoni, Manzoni, Giudici e Gervasini

Da sinistra Tomassoni, Manzoni, Giudici e Gervasini

L’Associazione Mazziniana Italiana- Sezione di Varese intitolata a Giovanni Bertolè Viale questa mattina in Comune a Varese ha fatto il punto delle iniziative realizzate, ma soprattutto ha illustrato le diverse proposte per il nuovo anno.

A spiegare il cartellone delle iniziative culturali e la partecipazione a momenti consacrati alla memoria della nostra storia risorgimentale, il presidente dell’AMI varesina, Carlo Manzoni, il professor Leonardo Tomassoni, Doriana Giudici e Roberto Gervasini.

Un’interessante momento di spiegazione che si è svolto nella Sala Montoli dove, sul tavolo, campeggiava un tricolore.

Ecco dunque il ricco programma delle attività dell’associazione intitolata a Giuseppe Mazzini:

Venerdì 9 Febbraio, 169° anniversario della nascita della Repubblica Romana del 1849, alle ore 10,30, cerimonia di commemorazione con omaggio floreale al busto di Francesco Daverio posto nell’atrio dell’Istuto Daverio-Casula di Varese. Con il patrocinio dell’assessorato ai Servizi educativi del Comune di Varese la manifestazione vedrà la presenza di studenti e docenti dell’Istituto Daverio-Casula e una classe della Scuola Media Dante , l’Assessore ai servizi educativi Rossella Dimaggio e la cittadinanza. Parlerà la senatrice Maria Pellegatta.

Sempre Venerdì 9 Febbraio, la professoressa Ivana Pederzani terrà una conferenza sulle figure di Felicita Morandi e Lucia Prinetti Adamoli dal titolo “I salotti liberali e mazziniani nella Varese dal 1830 al 1861”. Allo Spazio Coop di Casbeno, , via F. Daverio 44 Varese, alle ore 17,30

Giovedì 1 Marzo, la professoressa Silvia Cavicchioli (docente Università di Torino) presenterà il suo libro “Anita. Storia e mito di Anita Garibaldi”, editore Einaudi. Manifestazione organizzata con la collaborazione del gruppo di lettura Universauer Alla scuola elementare Anna Frank, Via Carnia 155, aula magna – ore 17,30

Sabato 24 marzo, visita a Groppello Cairoli e a Pavia Ernesto Cairoli, giovane martire risorgimentale pavese è morto a Varese a soli 26 anni combattendo con i Cacciatori delle Alpi di Garibaldi nella battaglia di Biumo del 1859. Groppello Cairoli oltre alla Casa Museo Cairoli custodisce molte testimonianze di tutta la famiglia dei 5 fratelli Cairoli, di cui tre oltre ad Ernesto morti durante il Risorgimento.

Si proseguirà per Pavia per visitare il Museo del Risorgimento Parteciperà alla visita una delegazione di studenti del Liceo Classico Ernesto Cairoli di Varese.

Venerdì 20 Aprile, il professor Robertino Ghiringhelli con la conferenza dal titolo “Il primo parlamentare repubblicano del Varesotto: Giuseppe Ferrari” parlerà delle figure politiche del territorio varesino nei primi parlamenti dopo l’unità d’Italia. Allo Spazio Coop di Casbeno, via F. Daverio 44 Varese – ore 17,30.

Per la seconda metà dell’anno stiamo definendo iniziative: sulle SOMS (Società Operaie di Mutuo Soccorso) di ispirazione Mazziniana del Varesotto nate nella seconda metà del 1800; – sui legami tra la Costituzione della Repubblica Romana del 1849 e la Costituzione Italiana del 1948, professor Giorgio Grasso; sullo sviluppo e l’influenza del pensiero mazziniano sui movimenti che promossero la Resistenza contro il Fascismo, la nascita della Repubblica Italiana e dell’idea di Europa, conferenza dal titolo “Da Mazzini a Ventotene” del professor Robertino Ghiringhelli. Parteciperemo inoltre con nostre delegazioni e la bandiera alle manifestazioni e agli anniversari che ricordano le date importanti del Risorgimento e della Storia Italiana.

6 febbraio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs