Varese

Varese, Catone (Liberi e Uguali): verità e giustizia per Giulio Regeni

Giulio Regeni

Giulio Regeni

«Continueremo a chiedere verità e giustizia per Giulio Regeni, senza cedere alle sirene di quella realpolitik che calpesta i diritti umani».

Stefano Catone, esponente di Liberi e Uguali, annuncia la partecipazione “silenziosa” al presidio in ricordo di Giulio Regeni, a due anni dalla scomparsa, che si svolgerà a Varese giovedì 25 gennaio davanti a Palazzo Estense.

«C’è un filo nero – prosegue Catone -, il filo della tortura, che lega la verità negata sulla morte di Giulio e i rapporti riallacciati con l’Egitto lo scorso Ferragosto: quel filo nero passa dalla Libia e dalla necessità di respingere i rifugiati nei luoghi dove anch’essi vengono torturati, appunto».

«Domani – conclude l’esponente di LeU – in tante piazze italiane ci saranno manifestazioni silenziose, anche a Varese. “Senza discorsi, senza bandiere, solo con un cartello giallo”, ma con la nostra presenza».

24 gennaio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs