Varese

Varese, Giorno della memoria, presentati in Comune gli appuntamenti

La presentazione in Comune: da sinistra Ardemagni, Macchi, Laforgia, Galimberti e Rossini

La presentazione in Comune: da sinistra Ardemagni, Macchi, Laforgia, Galimberti e Rossini

In occasione della Giornata della Memoria il Comune di Varese, ANPI sezione di Varese Comandante “Claudio” Macchi in collaborazione con Filmstudio 90 e ARCI organizzano una serie di appuntamenti per celebrare la ricorrenza in città.

In programma eventi per le scuole, spettacoli teatrali e una rassegna cinematografica che dal 26 gennaio al 5 febbraio porterà sul grande schermo tre film inediti per la provincia di Varese e il film dell’anno La Signora dello Zoo di Varsavia di Niki Caro.

In programma per sabato 27 gennaio anche lo spettacolo teatrale “LE NOSTRE NOTTI” di Giovanni Ardemagni, liberamente tratto dalle memorie di Primo Levi e Liliana Segre, con Giovanni Ardemagni e Jane Bowie. A presentare le iniziative in programma per la Giornata della Memoria questa mattina erano presenti il sindaco Davide Galimberti, il consigliere Comunale Enzo La Forgia, Claudio Macchi, presidente di ANPI Varese – Sezione Comandante “Claudio” Macchi e Giulio Rossini di Filmstudio 90.

“E’ molto importante che l’amministrazione si sia fatta promotrice di una serie di iniziative volte a ripercorrere i temi propri della Giornata della Memoria indirizzandoli non solo a tutta la cittadinanza ma anche alle scuole e agli studenti – ha spiegato il consigliere comunale Enzo La Forgia – Eventi che vanno da spettacoli teatrali ad una ricca rassegna cinematografica programmata da Filmstudio 90 e da Giulio Rossini insieme ad ANPI e Arci, che offre una serie di opportunità di riflessioni non ancorate solo sul passato ma con una forte valenza sul presente e sul nostro futuro. Quest’anno è ancora più importante che il Comune di Varese intervenga su questo tema per riscattare una immagine della città offuscata da inopportune dichiarazioni pubbliche che richiamano alla memoria parole e concetti che pensavamo fossero stati sepolti”.

“Da sindaco vorrei che questa fosse l’occasione per dimostrare che in queste settimane è stata rappresentata una Varese non vera – ha detto il sindaco Galimberti – Una città descritta purtroppo in modo sbagliato solo per fini propagandistici. Invece esiste una vera Varese, solidale e aperta, che ha massima attenzione per i fatti del passato perché certi drammatici eventi non accadano mai più”.

Il programma degli eventi:

Venerdì 26 gennaio, ore 21, Cineclub Filmstudio 90 - sabato 27 gennaio, ore 17. 30 e 19.00, Cineclub  Filmstudio 90

THE HATE DESTROYER di Vincenzo Caruso, Italia/Germania, 52′

Un documentario, inedito ma già applaudito in molti festival, sulla vita e l’attività di Irmela Mensah-Schramm, un’anziana signora berlinese divenuta un personaggio pubblico in Germania per l’attività che conduce da ormai più di trent’anni e che le è valsa numerosi e prestigiosi riconoscimenti. Irmela Mensah-Schramm documenta e cancella quotidianamente ogni scritta razzista (adesivi, poster, scritte sui muri) che incontra nello spazio pubblico cittadino. Il film racconta la sua storia, le difficoltà incontrate nella vita, la segue nella sua attività quotidiana, mostra le minacce ricevute dall’estrema destra, ma anche le denunce ricevute dalle autorità, paradossalmente, per imbrattamento dello spazio pubblico. Ingresso riservato ai soci Filmstudio 90 e Arci – euro4,00

Inoltre, sabato 27 gennaio, Giorno della Memoria, sarà presente a Varese nella Sala Filmstudio 90 il regista Vincenzo Caruso, autore del film THE HATE DESTROYER, che presenterà il suo film sia alle 17.30 che alle 19.00.

Sabato 27 gennaio, ore 21, Circolo di Biumo Inferiore e Belforte, viale Belforte 165, Varese

LE NOSTRE NOTTI spettacolo teatrale di Giovanni Ardemagni, liberamente tratto dalle memorie di Primo Levi e Liliana Segre, con Giovanni Ardemagni e Jane Bowie

La notte in un campo di concentramento, un aspetto poco documentato della shoah, ma di vitale importanza per la comprensione dei meccanismi di sopravvivenza nelle condizioni estreme di Auschwitz.La notte passa in dormiveglia, tra incubi e ricordi, quando nel salotto di casa si ascoltava la radio e si parlava della guerra come di una assurdità lontana …

Ingresso gratuito – spettacolo organizzato con il contributo di ANPI Varese Sez. Comandante “Claudio” Macchi.

Lunedì 29 gennaio ore 16 e ore 21, Cinema Nuovo, via dei Mille 39, Varese

L’UOMO CHE NON CAMBIO ‘ LA STORIA di Enrico Caria, Italia 2017, 75′

L’uomo in questione è  Ranuccio Bianchi Bandinelli, massimo studioso italiano d’arte romana e tra i padri dell’archeologia moderna. Il che, negli anni trenta, fece di lui un personaggio di cui il regime fascista, mai sazio di vestigia imperiali, andava fiero… salvo che il professore, privatamente, era un convinto antifascista. In occasione del famoso viaggio di Hitler in Italia del 1938, lo studioso viene invitato ad accompagnare in veste di interprete e cicerone il Duce e il Furher in giro per musei e siti archeologici. A questo punto si ritrova davanti a un bivio:  scattare sull’attenti davanti ai due odiati dittatori o compromettere studi, carriera e forse incolumità personale? Quando poi il cortese invito si trasforma in un ordine perentorio che lui non può rifiutare, non ha più scelta. Ma una volta “reclutato” , il professore si rende conto che  nessuno lo controlla e che può avere la massima libertà d’azione: la Storia gli sta offrendo una occasione incredibile: lui potrebbe fermare la loro follia. Potrebbe ucciderli…

Presentazione a cura di Alessandro Leone. Ingresso gratuito con il contributo del Comune di Varese. 

Martedì 30 gennaio, ore 10, Cinema Nuovo, via dei Mille 39, Varese 

LA SIGNORA DELLO ZOO DI VARSAVIA di Niki Caro, USA/ Repubblica Ceca/ Gran Bretagna, 2017, 127’

Jan Zabisnki diventa direttore dello zoo di Varsavia nel 1929. Insieme a sua moglie Antonina popola il giardino zoologico, nato da una mostra itinerante ottocentesca di animali, delle specie più belle e più esotiche. Nel ’39, però, l’invasione della Polonia da parte della Germania nazista, e il bombardamento che la precede, distruggono lo zoo. Rischiando la propria vita e quella di loro figlio, Antonina e Jan decidono di utilizzare gli spazi rimasti per mettere in salvo più di duecento ebrei, amici e sconosciuti, con straordinario coraggio e umanità.

Proiezione organizzata per le scuole per con il contributo di ANPI Varese Sez. Comandante “Claudio” Macchi.

 
martedì 30 gennaio, ore 15.30 e ore 20: Cinema Nuovo, via dei Mille 39, Varese
mercoledì 31 gennaio, ore 15.30 e ore 21, Cinema Nuovo, via dei Mille 39, Varese

LA SIGNORA DELLO ZOO DI VARSAVIA  (replica)

Ingresso euro 5,00 oppure in abbonamento Spazio Cinema


lunedì 5 febbraio, ore 16 e ore 21, Cinema Nuovo, via dei Mille 39, Varese 

PAGINE NASCOSTE di Sabrina Varani, Italia 2017, 85’

All’origine del nuovo romanzo che la scrittrice Francesca Melandri sta preparando, vi è l’urgenza personale di fare luce sulla propria figura paterna. Francesca è a conoscenza dell’adesione giovanile del padre al regime fascista. Tuttavia, dai racconti familiari, sa anche che Franco, come molti, ha subito una profonda conversione antifascista durante la guerra, in particolare di fronte alla tragedia della campagna di Russia. Il ritrovamento negli archivi di un articolo che porta la firma del padre rivela però una realtà molto diversa. In cerca di risposte, la scrittrice si avventura in altre leggende, più collettive e pubbliche, quelle legate alla guerra d’Abissinia, poco raccontata alla generazione post-bellica e tradizionalmente rappresentata come un’occupazione bonaria e praticamente indolore. La sua ricerca, condotta attraverso un viaggio in Etiopia, testimonianze dirette e studio delle fonti storiche, racconta invece un’altra storia, fatta di stragi sanguinose e violenze efferate.  Presentazione a cura di Enzo Laforgia.  Ingresso gratuito con il contributo del Comune di Varese.

 

23 gennaio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs