Cultura

Cultura, “Varese (1943-1945)”, Giannantoni traccia una mappa della memoria

La copertina del volume di Franco Giannantoni

La copertina del volume di Franco Giannantoni

Piccoli libretti, documentati e rigorosi, che danno un contributo culturale e, diciamolo, morale alla tenuta della memoria. Sono i volumetti che entreranno, uno al mese, a comporre la preziosa collana dei quaderni delle Edizioni Amici della Resistenza.

Una preziosa collana di testi dedicati alla Resistenza che hanno progettato e stanno realizzando lo storico Franco Giannantoni e l’editore Carlo Scardeoni.

Prima opera di questa collana è “Varese (1943-1945). Terrore e solidarietà durante l’occupazione tedesca e la Repubblica Sociale italiana“, un testo di Franco Giannantoni.

Un volumetto in cui è ricostruita la Varese della “notte di Salò”, per citare una felice espressione dello storico varesino, una città che vede luoghi di orrore e terrore, quello nazifascista, ma anche luoghi in cui prendono corpo quei valori di democrazia e libertà grazie all’impegno generoso di partigiani e di semplici cittadini.

Insomma, un vero e proprio itinerario della memoria che, sulla mappa della città, realizzata con descrizioni e immagini, può aiutare soprattutto i più giovani ad essere consapevoli di quei tempi lontani, e dello scontro che avvenne per guadagnare la meta di un Paese democratico.

Essere consapevoli delle conquiste, ma anche della possibilità che tali conquiste possano essere cancellate se prevalgono tra noi le ideologie della razza e dell’intolleranza.

 

 

 

22 gennaio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs