Varese

Varese, Circolano i treni sulla Varese-Porto Ceresio, grande partecipazione di pubblico

L'incontro che si è tenuto a Porto Ceresio

L’incontro che si è tenuto a Porto Ceresio

Sono tornati a circolare il 7 gennaio i treni sulla Varese – Porto Ceresio, chiusa dal 2009, per consentire i lavori della nuova linea Arcisate-Stabio.

Rete Ferroviaria Italiana ha completamente rinnovato l’infrastruttura ferroviaria con un investimento di 35 milioni di euro.

Ieri un grande flusso di viaggiatori si è diretto alla linea ferroviaria in occasione dell’iniziativa di offrire un viaggio gratuito a tutti. In particolare tante le famiglie che hanno approfittato dell’offerta.

“Oggi aggiungiamo un altro tassello del grande mosaico del Sistema transfrontaliero Suburbano dell’Insubria. Oltre alla nuova linea Mendrisio-Varese viene riattivata una tratta importantissima per tutto il nostro territorio” ha detto il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo, partecipando alla riapertura della tratta Milano-Varese-Porto Ceresio. “Regione Lombardia – ha proseguito Cattaneo – ha dato un supporto determinante con un finanziamento del servizio sulle tratte italiane di 10 milioni di euro a partire da quest’anno e presidiando l’andamento dei lavori in un tavolo di monitoraggio che dal 2013 si è riunito ben 45 volte e che proseguirà sino al completamento degli ultimi interventi richiesti.”

“Tutto questo – ha concluso il Presidente del Consiglio regionale – contribuisce al  rapporto e dialogo tra Italia e Svizzera, da sviluppare in una logica di collaborazione organica e continua e cercando soluzioni che passano attraverso il coinvolgimento dei soggetti interessati”.

Alla manifestazione erano presenti tra gli altri il sindaco di Porto Ceresio Jenny Santi, l’Amministratore delegato di Trenord Cinzia Farisé, Vicenzo Macello direttore produzione Lombardia RFI, il presidente della Provincia Gunnar Vincenzi e Agostino Ferrazzini presidente della società navigazione Lago di Lugano

Nello specifico, sono state realizzate opere di consolidamento statico di ponti e scarpate, camminamenti pedonali, rinnovati 10 km di binari, il sistema di alimentazione elettrica dei treni a 3 kV e tutti gli impianti di sicurezza e segnalamento.

Installato anche l’innovativo sistema PAI PL per la protezione del passaggio a livello di Via del Sole a Porto Ceresio (il quarto applicato su tutta la rete ferroviaria italiana) e realizzato il nuovo apparato per una migliore gestione della circolazione ferroviaria nella stazione di Porto Ceresio.

Gli ambienti delle stazioni di Porto Ceresio e Bisuschio sono stati riqualificati, realizzati percorsi dedicati alle persone con disabilità, nuovi marciapiedi e pensiline. Nuovi anche i sistemi di informazione ai viaggiatori. li interventi sono stati progettati e realizzati in stretta collaborazione con gli enti locali.
L’infrastruttura consente di raggiungere una velocità commerciale fino a 100 km/h ed è dedicata al servizio passeggeri. Le principali opere che si trovano lungo il tracciato sono il viadotto a 10 luci sul fiume Olona, sul quale è stato realizzato un doppio camminamento per adeguarlo agli attuali standard di sicurezza, e la galleria naturale di Brenno lunga 30 metri.

La circolazione ferroviaria sulla linea è gestita dagli apparati comandati a distanza dal Posto Centrale di Milano Greco.

21 gennaio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs