Varese

Varese, Michelangelo ringrazia, l’Asst Settelaghi applaude i volontari

Un momento dell'iniziativa

Un momento dell’iniziativa

Oggi nella sala del pronto soccorso dell’Ospedale Del Ponte si è svolto Michelangelo Ringrazia, un momento sentito di ringraziamento e gratitudine che il Direttore Generale dell’ASST Settelaghi Callisto Bravi ha voluto dedicare alla fondazione Il Ponte del Sorriso Onlus che, grazie a tanti benefattori  e volontari,  ha contribuito e continua a contribuire alla realizzazione e allo sviluppo del nuovo polo materno infantile.

E’ stato un momento molto atteso e le emozioni non sono mancate. “Oggi più che mai la relazione tra l’ospedale e la città è forte e fertile, e voi ne siete la testimonianza. La generosità verso il nostro ospedale si manifesta soprattutto nell’attività spontanea e gratuita di voi volontari che da anni dedicate il vostro tempo libero ai nostri pazienti. Ed è proprio a voi che va il nostro Grazie! A Varese la beneficienza non appartiene solo al passato” sono state le parole del DG Bravi, il quale ha voluto elencare e ringraziare uno per uno anche i tanti benefattori della fondazione Il Ponte del Sorriso, da chi ha donato una stanza, a chi una parete per arrivare ad Adriano Bozzolo che con il suo lascito ha creato una vero e proprio museo permanente di statue di bronzo, affinchè “Un ospedale non sia solo cura ma anche cultura”, come diceva lo scultore ormai scomparso.

Sia dal Dr. Callisto Bravi che da Emanuela Crivellaro, attraverso dei toccanti video, sono state ripercorse le tappe che hanno portato alla nascita del nuovo polo e l’emozione di vederlo crescere giorno per giorno, con gli imponenti lavori edili, dall’abbattimento della struttura precedente  alla costruzione del nuovo plesso fino ad arrivare all’ambientazione di tutte le stanze, i corridoi e la sala giochi. Un percorso non sempre facile, a volte il confronto è stato duro e litigioso, ma il risultato è meraviglioso.

“Il nostro impegno non si esaurisce con le donazioni” ha dichiarato Emanuela Crivellaro mostrando le immagini delle attività ludiche ed educative “ma continua con la terapia del sorriso che ogni giorno somministriamo ai bambini. Perché c’è tanta magia nel sorriso di un bambino ammalato, una magia che non va persa”.

Per oltre due anni Isabella Nardelli e Rugile Norkute, talenti dell’Accademia di Brera, hanno lavorato per la fondazione Il Ponte del Sorriso, al progetto del percorso di accoglienza, realizzando un vero capolavoro artistico che rende unico l’Ospedale Del Ponte.

Un ospedale che può contare su professionisti sanitari, molti dei quali erano presenti all’evento, preparati e competenti, ai quali la popolazione si affida, un ospedale, come ha ricordato il dr. Bravi “irrequieto, mai soddisfatto, sempre alla ricerca del meglio, sempre in tensione verso qualcosa di più”.

 

20 gennaio 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs