Varese

Varese, Smog, per Arpa un solo giorno città sopra i limiti di Pm10

vareseooooo-CopiaSecondo i dati registrati ieri dalle centraline di Arpa Lombardia, salgono a otto i giorni consecutivi di superamento della media provinciale di 50 microgrammi per metro cubo nelle province di Milano (con 75.7 µg/m3), Pavia, Lodi e Cremona.

Settimo giorno in provincia di Mantova. Due giorni di superamento a Brescia.

Un giorno a Monza, Bergamo, Varese, Lecco, mentre in provincia di Como la media provinciale è sotto ai limiti di 50 µg/m3.

Il Servizio meteorologico regionale dell’Agenzia prevede per oggi e soprattutto domani una diminuzione delle concentrazioni, grazie al transito della perturbazione di origine nordatlantica, accompagnata prima da precipitazioni moderate e neve anche a quote collinari e, successivamente, da un rinforzo dei venti, che determinerà condizioni favorevoli o molto favorevoli alla dispersione degli inquinanti. L’eventuale sospensione delle misure antismog previste dall’accordo del bacino padano, sarà verificata domani.

Ma, se da una parte il vento favorirà il miglioramento della qualità dell’aria, il Centro Nivometeo di Bormio avverte che in montagna provocherà condizioni di instabilità del manto nevoso, la formazione di lastroni fragili e il possibile distacco di valanghe, con pericolo classificato in 3 MARCATO. Il consiglio è quello di consultare sempre il bollettino neve e valanghe pubblicato quotidianamente sul sito dell’Agenzia.

27 dicembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Varese, Smog, per Arpa un solo giorno città sopra i limiti di Pm10

  1. barresi paola il 28 dicembre 2017, ore 09:35

    Buongiorno, ma quante sono le centraline dell’Arpa a Varese? io conosco solo la posizione di una; in via Copelli all’interno del parco dei giardini estensi.
    Bisognerebbe installarne almeno altre due in luoghi piu’ trafficati quali viale Europa o Viale Valganna o via Daverio, ecc…
    Tempo che in caso di installazioni multiple i datri di Varese sarebbero ben diversi.

  2. alenka baric il 31 dicembre 2017, ore 11:53

    Certo che a Varese basta non controllare oppure controllare in modo blando (giardini estensi) per potersi vantare di avere dei dati quasi buoni.

  3. perla luisa il 2 gennaio 2018, ore 09:44

    Buongiorno a tutti, io suggerisco di andare a collocare una eventuale nuova centralina per il controllo degli inquinanti anche al centro dei giardini di villa Toeplitz cosi’ avremmo dati certamente “freschi” e piu’ incoraggianti di quelli ottenuti nella “brutta” via Copelli.

Rispondi

 
 
kaiser jobs