Varese

Varese, Bilancio, Tari ridotta e riforma Multiutility, il “bottino” di Galimberti

ConsigliocomunaleUna prima seduta di bilancio, in Consiglio comunale a Varese, che ha fatto registrare diversi voti importanti. Un risultato importante per la maggioranza del sindaco Davide Galimberti, che a metà serata, accanto i capigruppo del Pd, Luca Conte, e della Lista Galimberti, Tommaso Piatti, fanno il punto con i giornalisti.

Si parte con la riduzione della Tari, su cui prende la parola Luca Conte: “Abbiamo approvato le nuove tariffe della Tassa rifiuti, un sì che significa mantenere le promesse fatte alle imprese. Una riduzione di 500mila euro per le attività produttive, ma senza tagliare i servizi è certamente un buon risultato. Dovuto ad un lavoro certosino portato avanti da Aspem e dall’assessore al Bilancio Cristina Buzzetti”.

“Sì un risultato davvero importante – dice il sindaco Galimberti -: dopo sette anni si riduce la Tari in modo significativo, come confermano riduzioni che in alcuni casi arrivano al 20%, e che in media corrispondono al 9%”. “Tutti coloro che hanno continuato a dire che non ci saremmo mai riusciti – interviene Tommaso Piatti – sono stati smentiti dal voto di questa sera”.

Altro risultato positivo per la maggioranza il semaforo verde dell’Aula sull’aggregazione delle multiutility del Nord della Lombardia. “Una grande operazione che porterà a migliorare e rendere più efficienti i servizi ai cittadini – dichiara il  sindaco Galimberti-. Una grande occasione di sviluppo e di occupazione”. Ma Galimberti rileva anche una contraddizione: “Per questa riorganizzazione si sono messi insieme Comuni di diverso colore politico, mentre qui a Varese Forza Italia ha votato contro e la Lega si è astenuta”. Insomma, “abbiamo visto in Aula una incapacità a cogliere lo sviluppo e a dialogare con gli altri territori”, conclude amareggiato il sindaco di Varese.

22 dicembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs