Varese

Varese, Bandi del Comune per i giovani, trentamila euro in palio

L'assessora Francesca Strazzi

L’assessora Francesca Strazzi

“In meno di un mese c’è stata un buona partecipazione ai bandi per i giovani promossi dal Comune di Varese. La risposta che abbiamo ricevuto da parte dei ragazzi indica che abbiamo colto nel segno di quelle che sono le esigenze e le richieste che provengono dalle realtà giovanili varesine”.

È stato questo il commento dell’assessore alle Politiche giovanili Francesca Strazzi che questa mattina ha illustrato gli esiti dei bandi lanciati a fine novembre dall’amministrazione comunale rivolti ai giovani di Varese.

Giovani e Idee di Impresa” e “Call for Ideas”, questi i nomi dei due bandi per i quali il Comune ha messo a disposizione 30 mila euro per i per promuovere lo sviluppo di start up, aiutare lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile e sostenere la realizzazione di progetti e iniziative da parte delle nuove generazioni di varesini.

I bandi si sono chiusi il 18 dicembre. Tre i vincitori per il bando “Giovani e Idee di Impresa” che intende promuovere le start up giovanili e uno per “Call for ideas”.

Per la prima volta il Comune finanzia delle start up – ha proseguito l’assessore – I bandi sono il frutto di uno studio effettuato sul territorio e sulla base delle esigenze espresse dai ragazzi. La risposta che abbiamo ottenuto è molto positiva e la nostra idea è quella di proseguire su questa strada anche  nei prossimi anni.

Inoltre, anche per valorizzare tutti i progetti che sono stati presentati e non hanno ottenuto il finanziamento proporremo ai partecipanti di affiancarsi al comune per trovare le modalità per portare comunque avanti le loro idee: insomma saremo al fianco di tutti i giovani che hanno buone idee e hanno l’obiettivo di sviluppare progetti concreti e innovativi nell’interesse anche della città.

Abbiamo pensato poi di potenziare nel 2018 lo sportello per l’autoimpreditorialità dell’Informagiovani che può aiutare i ragazzi a realizzare i loro progetti avvalendosi della collaborazione anche di partner quali la Camera di Commercio”.

I temi dei progetti presentati all’interno dei bandi spaziavano dall’innovazione e le nuove tecnologie, all’ambiente, il riciclo e riuso, la tutela del territorio, la riqualificazione degli spazi abbandonati, la mobilità ma anche idee per uno sviluppo dell’agricoltura sostenibile e degli orti urbani.

“L’amministrazione comunale ha messo al centro i giovani di Varese – ha detto la consigliera Maria Paola Cocchiere – Dopo questa importante risposta ricevuta lavoreremo con la Giunta per proseguire questo lavoro anche in futuro”.

“Per la prima volta sono stati stanziati dei soldi per favorire lo sviluppo di progettualità giovanili e sostenere le idee e la partecipazione – dichiara il consigliere Giacomo Fisco – ancora una volta la concretezza di questa amministrazione si dimostra nei fatti. Inoltre penso che il dialogo instaurato con diverse realtà possa rappresentare davvero un ottimo punto di partenza da portare avanti nei prossimi anni”.

I bandi:

” Giovani ed Idee di impresa”  per promuovere l’autoimprendorialità

Attraverso il bando si intende contrastare la disoccupazione giovanile attraverso la promozione della costituzione di nuove imprese nel territorio del Comune, fornendo ai giovani un’opportunità di valorizzazione delle loro idee, saperi e talenti come risorsa per lo sviluppo e accrescimento di competenze comuni. Il bando è rivolto a giovani o gruppi di giovani che intendano avviare nuove start up d’impresa giovanile che alla data di presentazione della domanda abbiano età compresa tra i 18 ed i 35 anni ( non compiuti), residenti o domiciliati nel Comune di Varese, con specifica che in caso di domanda in forma aggregata di più soggetti almeno il 20% devono essere residenti o domiciliati a Varese.

Il bando “Giovani e Idee di Impresa” intende supportare la realizzazione di start up da allocare nei seguenti ambiti e settori di intervento:

  • valorizzazione del patrimonio culturale e/o ambientale;
  • turismo compreso il turismo  sociale,  sostenibile e responsabile;
  • commercio, agricoltura a vocazione equo – solidale o di prossimità e industria del gusto;
  • arte, architettura, design industriale, moda, creatività, artigianato, tecnologie innovative, software, web 2.0, editoria, tv e radio, pubblicità, sport , musica e tempo libero

Le 3 migliori progettualità di  start up imprenditoriali riceveranno un contributo di 8.500 euro cadauna per un totale di 25.500 euro stanziati.

“CALL FOR IDEAS”

Un bando pensato per le associazioni giovanili attive sul territorio comunale al fine di individuare proposte di iniziative e progetti rivolti ai giovani su alcuni temi specifici che vengono qui declinati:

  • utilizzo degli spazi interni ed esterni della palazzina sita in via Como (ex edificio Einaudi), quale nuova sede degli uffici del servizio Informagiovani/Informalavoro in cui potranno trovare allocazione anche spazi per coworking, aule studio  ed altre destinazioni pensate per i giovani, con proposte di attività culturali ed aggregative.
  • Individuazione di percorsi ed azioni  finalizzate a rendere maggiormente attrattiva Varese per i giovani;
  • pianificazione e ipotesi di gestione di un progetto che favorisca l’immagine di Varese e l’accoglienza di studenti in mobilità internazionale ed al contempo sia in grado di agevolare la conoscenza da parte di giovani varesini delle opportunità provenienti dall’Europa compresi gli scambi verso altre nazioni.

Al progetto migliore verranno dati € 2.500.

21 dicembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs