Varese

Varese, Comparto Stazioni, Adp 2007 in soffitta. Galimberti: ora si parte davvero

Il sindaco mostra l'Adp diventato carta straccia

Il sindaco mostra l’Adp diventato carta straccia

L’Accordo di programma siglato nel 2007 e relativo al comparto stazione, è rimasto per dieci anni lettera morta. E questa mattina è stato messo definitivamente in soffitta.

Lo comunica il sindaco di Varese, Davide Galimberti, che questa mattina in Regione Lombardia ha partecipato al Collegio di vigilanza che ha preso la decisione. “Sono trascorsi ben tre anni dall’ultima riunione del Collegio – dichiara il sindaco ai giornalisti -. Ora, su proposta di Regione Lombardia, e dopo la firma della convenzione con il governo, l’Adp delle Stazioni è stato definitivamente interrotto”.

“L’epoca degli accordi di programma fatti solo per fare scrivere i giornalisti è finita, è finita l’epoca degli accordi farlocchi – continua Galimberti -. Siamo entrati nell’epoca del fare bene e velocemente. Dieci anni di nulla e nel frattempo andate a vedere in che stato si sono ridotte le stazioni”.

Insomma, spazzato via l’accordo di dieci anni fa, va avanti il nuovo intervento, quello da 18 milioni, che ha preso corpo al di fuori dei canali di un Adp ormai inutile. “Non solo il Comune, ma anche Rfi ha continuato a lavorare al di fuori di quell’accordo”, precisa il sindaco.

Presente anche l’assessore ai lavori pubblici Andrea Civati: “Quando noi eravamo all’opposizione, non ci siamo mai opposti a ciò che avrebbe innovato la città. Al contrario di ciò che sta accadendo all’opposizione di oggi”.

 

20 dicembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs