Regione

Regione, Stazioni Varese, Alfieri (Pd): serietà del governo e promesse del Pirellone

Il segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri

Il segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri

«Due giorni fa, a Roma, la firma con il Governo per la riqualificazione dell’area stazioni a Varese. Oggi, a Milano, la firma con Regione Lombardia per la chiusura di un accordo di programma rimasto, a dir tanto, sulla carta. Due foto che da sole testimoniano la differenza fra concretezza e promesse».

Così Alessandro Alfieri, consigliere regionale PD, commenta la chiusura siglata in Regione di un fantomatico accordo di programma partito circa dieci anni fa fra Regione e Comune, allora entrambi a guida centrodestra, sulle stazioni varesine.

«Una grande vetrina a cui è seguito un clamoroso fallimento – continua  Alfieri -. Basta pensare che, con la giunta Maroni, c’è stata una riunione nel 2014 e poi il silenzio, fino alla firma di oggi avvenuta a due giorni dalla conferma dei 18 milioni di euro nazionali».

Una vicenda che secondo il PD mette in evidenza chiaramente «due modi diversi di fare politica e tradurre in fatti l’attenzione ai territori. Comune e Governo hanno lavorato su un progetto fattibile e finanziabile, non su milioni di euro inesistenti»

20 dicembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Regione, Stazioni Varese, Alfieri (Pd): serietà del governo e promesse del Pirellone

  1. giovanni dotti il 22 dicembre 2017, ore 14:51

    C’erano evidentemente altre cose più importanti da finanziare (secondo Lega e F.I.) come la Pedemontana, la Bre-Be-Mi, il megagalattico nuovo Ospedale Pediatrico al Del Ponte (in piena città) e il disastroso e invasivo ‘masterplan’ di piazza Repubblica che mai si farà (almeno com’era da progetto iniziale). Per la Regione evidentemente le cose che veramente servono possono aspettare, i soldi non si trovano. Per fortuna oggi ce li ha messi lo Stato, grazie ad un progetto ragionevole e ben strutturato della nostra nuova Amministrazione Comunale.

Rispondi

 
 
kaiser jobs