Lettere

Progetto Stazioni, coinvolgere i varesini

stazione vareseIl piano stazioni non mi ha mai convinto e il “mistero” che avvolge la stesura definitiva del relativo progetto mi lascia poche speranze nel fatto che vengano apportate “sane modifiche”  a cio’ che fino ad oggi e’ stato reso noto.

Ad esempio la prevista scomparsa di un numero consistente di posti auto in piazzale Kennedy,  per il sottoscritto indispensabili per la vivibilita’ cittadina.

Invece, salvo colpi di scena, si preferira’ con ogni probabilita’ la scomparsa di circa 400 posti auto (un’enormita’) per far posto ad una stazione autobus assai invasiva al centro del piazzale, quando invece l’attuale disposizione a lisca di pesce, una volta ampliata e migliorata con relative pensiline d’attesa e protette dalle intemperie, sarebbe stata la scelta perfetta.

Se aggiungiamo a questa enorme criticita’ la prevista costruzione del nuovo centro anziani in fondo al piazzale Kennedy (perche’ mai visto che stiamo pagando alla cassa depositi e prestiti il mutuo della ristrutturazione effettuata pochi anni fa all’attuale centro di via Maspero?) sono molto dubbioso che i 18 milioni di euro saranno ben spesi…

18 milioni rappresentano un tesoretto che va ben gestito e non sprecato. Coinvolgere col loro parere i varesini sarebbe ancora fattibile… Visto che lo si e’ fatto qualche giorno fa per la scelta del disegno da farsi su un telone provvisorio sulla facciata della Caserma Garibaldi a maggior ragione lo si dovrebbe fare per un piano di riqualificazione cosi’ imponente.

Speriamo che il sindaco Galimberti e la giunta tutta sappia riflettere su questo e non si faccia prendere dal desiderio di presentare un progetto, comunque ed indipendentemente dalle sue criticita’ evidenti. Cambiera’ il volto di Varese.  Chiedere ai varesini il loro parere sarebbe atto saggio e lungimirante.
E’ la mia speranza…

Mauro Gregori

 

 

 

19 dicembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi