Malnate

Malnate, Ex Cava Cattaneo, il centro destra all’attacco di Astuti

malnateeeeeeeeeeeeeA completamento di quanto emerso nel consiglio comunale del 28 di novembre 2017 e di quanto pubblicato a mezzo stampa, prima e dopo il consiglio comunale, il centro destra malnatese ribadisce e puntualizza:

1 L’amministrazione Astuti VOLUTAMENTE come confermato in Consiglio non ha ritenuto opportuno informare ne i consiglieri di minoranza ne i cittadini, nelle sedi competenti, del fallimento della società preposta alla bonifica ed al riempimento della cava Cattaneo.

2 manca la “certificazione di avvenuta bonifica”, ovvero il documento indispensabile per poter considerare chiuso tutto l’iter e dunque procedere alla riqualificazione successiva. Tale documentazione può prevenire entro novembre 2018… termine prorogabile per ulteriori 5 anni!!!!

3 Il riempimento ed il rimodellamento della cava, non sono completati, e non si sono avute risposte concrete sui tempi mancanti, che temiamo siano ancora lunghi, con la possibilità di replicare in toto l’infinita odissea dell’area ex Siome, dove dopo una lunga serie di proclami roboanti e di date snocciolate come alle estrazioni del lotto, ora tutto tace!

4 Allo stato attuale delle cose si ribadisce che l’area è abbandonata a se stessa in condizioni desolanti, come tutti possono facilmente verificare, ed è ben lontana dall’assomigliare al parco, al verde pubblico attrezzato tanto decantato e promesso dall’amministrazione, dove i malnatesi avrebbero dovuto da tempo passeggiare.

5 Abbiamo confermato in Consiglio di essere favorevoli alla realizzazione di un area verde attrezzata, non di una steppa incolta o meglio piena di sterpaglie, e non la si chiami area di cantiere, perchè il cantiere non c’è più! Certo, è altrettanto vero che rispetto allo scempio attuale, il progetto che avrebbe voluto realizzare la proprietà, ovvero una piscina ad uso pubblico con centro benessere e piccola struttura ricettiva ecocompatibile, pur tenendo conto di tutti i se e i ma relativi all’economia dell’operazione, sarebbero stati a nostro avviso preferibili e probabilmente avrebbero generato un indotto positivo in termini di impiego ed in termini di uso ludico. La testardaggine, ai limiti dell’autolesionismo di questa amministrazione, ha di fatto allontanato tutti i soggetti interessati all’eventuale intervento, ed ora è troppo tardi.

6 Abbiamo respinto in Consiglio l’accusa di avere cementificato Malnate e di volerlo fare adesso o in futuro, accusa assurda per non usare altri termini, è sotto l’occhio di tutti chi ha realmente cementificato Malnate nel corso degli anni, obrobri come il villaggio o la piazza delle tessitrici con i problemi irrisolti che presenta non sono certamente ascrivibili al centrodestra

7 L’amministrazione confida eccessivamente nell’incontro previsto con il curatore fallimentare, non si sa quando,come e dove, per completare il riempimento e la finitura, compiti che dubitiamo facciano parte dei sui incarichi, dedicati soprattutto alla gestione finanziaria del fallimento

Ribaditi e chiariti questi punti, stupiti dal rifiuto della maggioranza di accettare l’istituzione di una commissione d’indagine a fronte della loro sicurezza di avere operato correttamente, restiamo in attesa dei documenti richiesti formalmente all’amministrazione che esamineremo con attenzione insieme ad altra documentazione reperita in queste ultime ore, riascolteremo altresi con attenzione le poche risposte ricevute in Consiglio e ci proponiamo di ritornare quanto prima sull’argomento, che non riteniamo assolutamente archiviato da parte nostra.

Gruppo consiliare PAVESI X MALNATE

Gruppo consiliare Forza Italia

Gruppo consiliare Lega nord

8 dicembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs