Varese

Varese, Oneri di urbanizzazione a parrocchie, dal Comune oltre 200mila euro

comune vareseUn’iniziativa dell’Amministrazione comunale di Varese che darà ossigeno agli enti religiosi del nostro territorio, che debbano sostenere spese per le strutture di culto e le attività accessorie, dalle abitazioni dei sacerdoti ai servizi di formazione religiosa, a tutte le numerose attività educative, culturali, sociali, ricreative e di ristoro, un ventaglio di attività che spesso costituiscono il cuore pulsante dei rioni a Varese.

La scelta del Comune di Varese è messa nero su bianco in una delibera di giunta di fine novembre: in base ad una legge regionale del 2005, il Comune è tenuto ad accantonare ogni anno una quota pari almeno all’8% delle somme effettivamente riscosse a titolo di urbanizzazione secondaria, quota che può essere messa a disposizione degli enti religiosi.

I soldi già ci sono: relativamente all’anno 2012, in base agli introiti effettivamente accertati a fine esercizio in ordine agli oneri di urbanizzazione secondaria, le risorse utilizzabili ammontano a 208.463,00 euro. Risorse che ora andranno anche a coprire spese già effettuate.
Chi andranno queste risorse? A chi ne ha fatto richiesta. Secondo la legge regionale le competenti autorità religiose interessate devono trasmettere ai Comuni, entro il 30 giugno di ogni anno. Da tenere presente che si sta parlando domande presentate nel 2013 e che solo oggi ad esse si darà risposta, dato che in passato – come si legge nella stessa delibera – “la ripartizione degli oneri non è avvenuta nel rispetto delle scadenze indicate nella sopra citata legge regionale”. Peraltro al Comune non sono pervenute domande da confessioni religiose diverse da quella cattolica.
Le parrocchie a cui andranno i fondi accantonati dal Comune sono la Parrocchia SS.Pietro e Paolo Masnago (oltre 54mila euro), la Parrocchia SS. Evasio e Stefano Bizzozero (oltre 66mila euro), la Basilica di S. Vittore (oltre 45mila euro) e la Parrocchia S. Stefano Velate (oltre 41mila euro).

7 dicembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Varese, Oneri di urbanizzazione a parrocchie, dal Comune oltre 200mila euro

  1. maria il 8 dicembre 2017, ore 13:42

    incredibile, invece che destinare i soldi alle strade finiscono nelle case dei preti!

  2. G.R. il 9 dicembre 2017, ore 17:54

    Atei ed agnostici , laici e massoni, fascisti e comunisti sono ” CHIESA ” anche loro?

  3. a.g. il 9 dicembre 2017, ore 21:25

    Domanda da sottoporre al legislatore regionale che ha fatto la legge…

  4. Emiliano il 11 dicembre 2017, ore 13:11

    Coi debiti che lo Stato ha con la Chiesa non sono una manciata di soldi per quattro ristrutturazioni a mandarlo in rovina…

Rispondi

 
 
kaiser jobs