Varese

Varese, Si sblocca il Progetto Stazioni, 18 milioni in arrivo da Roma

La conferenza stampa sul bando periferie

La conferenza stampa sul bando periferie

Passaggio decisivo per l’Amministrazione Galimberti: questa mattina, nel corso della riunione di giunta, è stata approvata la convenzione sulla riqualificazione del comparto Stazioni a Varese.

Si è così aperta la procedura che porterà, in tempi brevissimi, alla firma a Roma della convenzione entro Natale 2017. Dalla firma, 60 giorni per presentare il progetto esecutivo.

In parole brevi, 18 milioni stanno per arrivare a Varese a finanziare un progetto che riguarda le due Stazioni, un’area vastissima che, riqualificata, modificherà il tessuto della città, anche perchè l’area in questione è vicina alla zona centrale della città. Risorse previste dal famoso Bando Periferie.

Entusiasta il sindaco Davide Galimberti che, al termine della riunione di giunta, dichiara: “Gli impegni presi dal governo, prima con il presidente Renzi e poi con il presidente Gentiloni, sono stati mantenuti, nonostante i tanti scettici che abbiamo sentito in questi mesi. E’ uno dei più grandi interventi di sostegno diretto alla città di Varese”. Continua Galimberti: “Un intervento che la città aspettava da decenni si sta trasformando in concretezza e realtà. Siamo l’amministrazione del fare: questo intervento dice che siamo l’amministrazione del fare bene e in poco tempo”.

Dopo il sindaco intervengonoglia altri assessori, tutti, in un modo o nell’altro, coinvolti nei benefici effetti del bando. Per il vicesindaco Daniele Zanzi dice “un bel regalo di Natale che ci è arrivato”. L’assessore ai Lavori pubblici Andrea Civati interviene per sottolineare che “entro il 2018 partiranno i cantieri ed entro il mandato i lavori saranno conclusi”.

Per l’assessore ai Servizi sociali, Roberto Molinari, “queste risorse consentono di fare un intervento che ha anche un forte impatto sociale, con la costruzione del nuovo centro diurno per anziani che sorgerà in piazzale Kennedy, superando la struttura di via Maspero realizzata negli anni ’50″.

Soddisfazione anche dell’assessore a Cultura e Turismo, Roberto Cecchi: “Le infrastrutture sono strategiche per il rilancio del turismo, condizioni come quelle che si creeranno significano il rilancio dei collegamenti”.

“Un intervento prossimo al polo giovanile di via Como, che in questo modo – dice Francesca Strazzi, assessore ai Giovani – può davvero diventare un polo attrattivo”.

 

 

28 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs