Varese

Varese, Ecco l’elenco delle opere pubbliche, la Commissione vota e si spacca

Ieri sera si è riunita la Commissione Lavori Pubblici

Ieri sera si è riunita la Commissione Lavori Pubblici

Un lungo elenco di lavori ed interventi, è stato presentato ieri in Commissione 3 del Comune di Varese, Programma triennale ed elenco annuale delle Opere pubbliche 2018-2020.

Con una novità rimarcata dall’asssessore Andrea Civati: “Quest’anno, votare ed approvare il bilancio entro l’anno, come non è mai accaduto prima, renderà tutto più facile. Dal 2 gennaio uffici e amministrazione avranno a che fare con opere pianificate e risorse certe”. Non solo (ma questo, a questa data, si è sempre detto): l’elenco non è un “libro dei sogni”, ma “una serie di opere finanziabili e realizzabili il prossimo anno”.

In effetti, nell’elenco, a scorrerlo, di opere ce ne sono parecchie: a partire dalle grandi opere, tutte finora rimaste al palo (fatti salvi i lavori di progettazione): riqualificazione del comparto Stazioni, con 18 milioni a bilancio, Adp di Piazza Repubblica, con 7 milioni 300mila nel 2018 e 7 milioni e 900 mila nell’anno successivo, Adp Villa Mylius con oltre 6 milioni. C’è la speranza di iniziare a vedere qualche cantiere al più presto.

Per quanto riguarda la convenzione per l’intervento sulle Stazioni, a domanda del leghista Piatti, l’assessore ha ripetuto: “Siamo in attesa di essere convocati a Roma”. Per quanto invece riguarda l’intervento complessivo sull’illluminazione, invece, lo stop dipende da un ricorso al Tar.

Ma al di là delle grandi opere sono numerosi gli interventi sulle infrastrutture cittadine. Ci sono le opere di polizia idraulica relativa a corsi d’acqua, il principale dei quali, con quasi 158mila euro, è il Fosso la Valle.

Grossi gli interventi sui cimiteri: Giubiano però dovrà aspettare il 2019 con lavori per 100mila euro e il 2020 addirittura con 530mila. Anche Belforte deve attendere, con 471mila euro nel 2020. Poi l’evergreen delle opere pubbliche: le fognature a Cascina Mentasti, ma se ne riparla tra due anni.

La fa da padrona il capitolo corposo sulle opere stradali: nel triennio oltre un milione per la manutenzione straordinaria delle strade e 300mila euro per quella dei marciapiedi. Interessate poi a vari interventi: via Campigli, via del Molinetto, via Gioberti, via Passo Buole, via Monte Cristallo.

Per quanto riguarda i parcheggi, nell’elenco compaiono il parcheggio di Capolago a servizio della ciclopedonale, il nuovo parcheggio di via Bertini, il nuovo parcheggio di via Maspero (con fondi della Provincia di Varese). C’è anche il risanamento strutturale della rotatoria di viale Europa e il rifacimento del ponte FNM di via Giordani.

Altro capitolo significativo quello degli interventi sulle scuole, su cui l’amministrazione pare attenta più che in passato. Con il bando regionale Free e un finanziamento agevolato, spicca l’intervento alla Pellico, con 2milioni e 800mila euro. E con un contributo regionale/statale anche la realizzazione della nuova scuola, con 5 milioni di euro.

Significative anche le cifre previste per interventi su edifici del Comune: alla Palazzina dei Servizi sociali in via Orrigoni  80mila euro e 50mila per gli impianti elettrici di Palazzo Estense.

Interessanti gli interventi in ambito museo-culturale: 630mila per il Castello di Madsnago, 370mila per il restauro della piscina di Porcinai (!), per cui si ricercano i fondi, restauro della Torre Robbioni, intervento sulla stazione di monte della Funicolare 1 milioni e 200mila (finanziamento privato).

Per quanto riguarda gli impianti sportivi si nota l’intervento sul campo di Rugby di Giubiano finanziato col bando del Coni (oltre 500mila euro).

Al termine della Commissione l’elenco triennale è stato messo ai voti, e ha visto il voto contrario di Lega Nord e Forza Italia. Vedremo cosa accadrà quando il 30 novembre approderà in Aula.

 

 

28 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs