Varese

Varese, Scoperta ai Giardini la panchina rossa contro la violenza sulle donne

La panchina rossa ai Giardini Estensi

La panchina rossa ai Giardini Estensi

La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne ha registrato molteplici iniziative a Varese. Questa mattina, in Comune, si è tenuta una breve celebrazione della giornata insieme alle studententesse e agli studenti del Liceo Artistico Frattini. Un momento che ha visto la presenza del sindaco Galimberti, dell’assessore Dimaggio, e delle consigliere Maria Paola Cocchiere e Francesca Ciappina.

“Il Comune di Varese, in collaborazione con tutti i soggetti della rete interistituzionale per la prevenzione e il contrasto alla violenza sulle donne di cui è capofila, intende affermare con decisione il proprio No alla violenza sulle donne – ha detto Rossella Dimaggio, assessore con delega alle Pari opportunità –. Questo messaggio che lanciamo qui oggi con queste iniziative deve diffondersi però tutto l’anno attraverso il nostro impegno e determinazione perchè Varese dice basta alla violenza contro le donne”.

E’ stata occasione per la presentazione, da parte della professoressa Manuela Biancuzzi, di un concorso dedicato alle Panchine Rosse, un arredo urbano che lancia un messaggio contro la violenza sulle donne. Non solo, però, un approccio teorico, di riflessione, ma molto concreto: due panchine sono state collocate in città, una accanto al Liceo Frattini, in via Valverde, e una ai Giardini Estensi.

Quest’ultima è stata scoperta questa mattina: l’assessore Dimaggio, prof e studentesse, hanno tolto una grande bandiera cittadina e hanno scoperto la panchina.

Ma non è tutto: i ragazzi del Frattini hanno riservato anche un momento della cerimonia all’arte teatrale, prima con la rappresentazione di un momento di un capolavoro dimenticato di un genio dimenticato: Il risveglio di primavera di Franz Wedekind. Una studentessa ha pure recitato una bellissima poesia di Dacia Maraini.

25 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs