Varese

Varese, Sicurezza ok, terminato marciapiede in via Ottorino Rossi

Il taglio del nastro in via Ottorino Rossi

Il taglio del nastro in via Ottorino Rossi

Sono terminati i lavori in via Ottorino Rossi, la strada che collega viale Borri con il Campus universitario dell’Insubria e con la sede dell’ASST. Questa mattina il Comune di Varese e l’Università degli studi dell’Insubria hanno inaugurato ufficialmente il tratto di strada in cui è stato realizzato un nuovo marciapiede, un moderno impianto di illuminazione e sono stati piantati nuovi alberi.

L’opera unisce in sé due aspetti molto importanti: il miglioramento della mobilità urbana e quello di una maggiore sicurezza per gli studenti dell’Università e di chi accede ai servizi del quartiere. Si è svolta questa mattina la conferenza stampa a cui hanno partecipato il sindaco di Varese Davide Galimberti, l’assessore alla Pianificazione territoriale Andrea Civati e il Magnifico Rettore, professor Alberto Coen Porisini.

“Inauguriamo un’altra opera realizzata come avevamo promesso. In particolare questo intervento era urgente perché con i lavori abbiamo risolto un problema di sicurezza pedonale giustamente segnalato da diversi anni dai cittadini e in particolare dall’Università dell’Insubria– ha spiegato il sindaco Davide Galimberti –. I cittadini e gli studenti ospiti del Campus potranno finalmente percorrere una strada sicura e ben illuminata. Prosegue dunque la collaborazione con l’Università che consideriamo una presenza fondamentale per la città.

I lavori sono costati circa 190mila euro. Lungo la strada è stato realizzato un duplice filare sfalsato con 30 ciliegi da fiore che in un paio di anni daranno il massimo splendore per il prossimo secolo.

“La mobilità, la vivibilità, i servizi e la sicurezza di un’area frequentata da tanti studenti devono essere al centro dell’azione amministrativa di una Varese che vuole essere davvero città universitaria – ha detto Andrea Civati, assessore alla Pianificazione territoriale – Inoltre, grazie a questo intervento, abbiamo anche realizzato un intervento di miglioramento del decoro urbano rendendo più attraente la zona grazie alla presenza dei nuovi gli alberi presenti oggi lungo la via che hanno fatto guadagnare al quartiere nuovo verde in ottime condizioni”.

“La realizzazione del marciapiede di via Ottorino Rossi e dell’impianto di illuminazione hanno un valore importante per l’Università degli Studi dell’Insubria e di grande impatto sulla vita quotidiana degli universitari, poiché si tratta di uno dei due accessi al Campus universitario – ha spiegato il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria, Alberto Coen Porisini -. Ogni giorno su quella strada transitano migliaia di nostri studenti che si recano nelle varie sedi adiacenti: Padiglioni Morselli e Seppilli, Dunant e Collegio Cattaneo, per seguire lezioni e dare esami. La didattica è da anni integralmente al Campus di Bizzozero con un notevole afflusso pedonale e veicolare: preservare la sicurezza e l’incolumità dei ragazzi è fondamentale”.

“La nostra Università e, in particolare, il campus Bizzozero di Varese sta vivendo negli ultimi anni un importante sviluppo, che comporta ovviamente ricadute positive sulla città. L’aumento del numero degli studenti ed utenti del campus ha però anche aumentato la pressione sul territorio in termini di flusso di traffico – ha concluso la professoressa Elena Maggi, Mobility Manager dell’Università degli Studi dell’Insubria -. E’ fondamentale quindi migliorare sempre di più l’accessibilità del campus. Quest’opera è un importante segnale del fatto che l’Università e il Comune siano attenti a queste problematiche e si siano posti, con questo intervento, l’obiettivo fondamentale di garantire la sicurezza al flusso pedonale che entra da via Ottorino Rossi”.

 

24 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs