Varese

Varese, Colletta Alimentare al via, oltre duemila volontari in 94 supermercati

I protagonisti della Colletta

I protagonisti della Colletta

Presentazione, ieri mattina, a Varese, della 21° Giornata nazionale della Colletta Alimentare, in programma sabato 25 novembre.

Presso la sede del Banco Alimentare Nonsolopane, gli organizzatori hanno illustrato l’appuntamento nella zona nord della Provincia di Varese.

Oltre duemila volontari nei 94 supermercati inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione – ha spiegato Giulio Bregonzio – che saranno distribuiti a 55 strutture caritative residenti nella zona nord di Varese, mense per i poveri, banchi di solidarietà, comunità per minori, adulti, anziani, centri di accoglienza. Strutture che aiutano oltre 20 mila persone bisognose. Fare la spesa – continuano Bregonzio – è un gesto semplice e familiare e, con un piccolo sacrificio personale, si può aiutare concretamente milioni di poveri.

Importanti i numeri che sono stati comunicati per quanto riguarda la raccolta nella zona di Varese: nel 2014 sono state raccolte 134 tonnellate, 133 nel 2015 e nel 2016 il punto più alto con 135 tonnellate. Quanto invece alle persone assistite da Nonsolopane sono state, al 31 ottobre del 2017, 2177 persone. 607 le famiglie che, sempre al 31 ottobre, sono state aiutate (290 italiane e 317 straniere).

Davvero significativa la partecipazione attiva degli Alpini, come è stato testimoniato alla presentazione da Ferdinando Vanoli, per la sezione di Varese, e da Michele Maraffino, per la sezione di Luino. Così come è decisivo anche l’apporto delle San Vincenzo, come è stato sottolineato da Dina Castelli e Maria Mazzoni. Ha preso la parola alla presentazione anche Riccardo Garzonio, referente locale del Banco Alimentare.

Ma alla presentazione della Colletta Alimentare 2017 è stato anche ricordato che partecipano all’iniziativa anche gli amministratori locali: Andrea Benzoni ha raccolto molte adesioni tra i consiglieri comunali di Varese, che si impegneranno a Masnago. Parteciperanno anche diversi richiedenti asilo, come nel caso di Luvinate, come annunciato dal sindaco Boriani.

 

 

 

24 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs